Incisivo e recidivo

Alberi piazza della Repubblica

La notizia che, entro il corrente mese di agosto, al massimo entro i primi giorni di settembre, i quattro alberi – due per lato – che si innalzano in Piazza della Repubblica davanti alla Stazione Ferroviaria, saranno abbattuti, sta suscitando il malumore dei commercianti della zona e di tanti aretini, che sui socials si dicono contrari a tale operazione.

Il Comune di Arezzo giustifica questo intervento, adducendo motivi di sicurezza e di riqualificazione della zona della stazione, da alcuni mesi interessata da lavori, che finalmente sembrerebbero volgere al termine.

Noi delL’Ortica, che, quando vediamo abbattere un albero – specie quelli di alto fusto, come in questo caso – proviamo un’indicibile sofferenza, abbiamo, invece, il sospetto che possa trattarsi dell’ultimo colpo di coda dell’Assessore alla Manutenzione ed alle Opere Pubbliche Gamurrini (cui il nostro Luciano Petrai ha affibbiato, per meriti acquisiti, il soprannome di Assessore Motosega), nel momento, in cui egli sta per lasciare, senza (per ora) riproporsi, il ruolo di pubblico amministratore.

Se questa volta finira’ diversamente dal previsto e poi abbandonato progetto di abbattimento dei lecci dei Giardini del Porcinai (nds.: facciamo presente ad Andreani della Lega che l’Assessore Motosega – la rima e’ involontaria – si fermò non certo per merito suo, ma solo a seguito della raccolta di firme di associazioni e partiti e di un sondaggio, dal quale scaturì che l’80% dei cittadini era contrario a quel progetto) ed i quattro alberi saranno davvero abbattuti, il quasi ex Assessore si prenderà una bella rivincita nei confronti del Sindaco Ghinelli, che pochi giorni fa lo ha pubblicamente accusato di non essere stato INCISIVO nello svolgimento degli incarichi delegatigli.

Accusa ingiusta, perché Gamurrini, nel corso degli anni, ha ampiamente dimostrato di essere stato incisivo, quanto meno nel tagliare alberi.

Incisivo e, diciamolo pure, recidivo.

Vedi anche:

Dall’assessore fucile all’assessore motosega

L’assessore motosega e la soglia del ridicolo

La motosega che fa seccare i pini

L’assessore motosega ha annunciato un’altra strage di alberi

Un quadro incastra l’assessore motosega

Arezzo – vicesindaco motosega spietato: Taglia piante, pota tutto e rade al suolo le siepi

Etrusco
Aretino doc, la mia grande aspirazione era quella di diventare giornalista ed invece ho fatto per più di 40 anni tutt'altra professione. In gioventù' ho scritto articoli per giornali umoristici universitari del tipo La Bombarda ed Il Pungiglione ed, in seguito, dopo la laurea, sono stato nello staff di televisioni e radio private aretine. Sono da sempre appassionato di sport, che ho praticato sia a livello semiprofessionistico, sia dilettantistico. Sono un innamorato della Giostra del Saracino, nella quale per alcuni anni ho avuto un certo ruolo. A chi mi dice che ho un brutto carattere, perché troppo polemico, rispondo come diceva il Presidente Pertini che " soltanto chi ha carattere, ha un brutto carattere ". Ho fatto tante cose in vita mia e spero che questa non sia l'ultima.=

LASCIA UNA RISPOSTA