Pezze e pezzenti

Via Fontanella, siamo in pieno quartiere Porta Sant’Andrea, una strada del centro storico che si unisce idealmente al quartiere di Porta  Crucifera, richiamando i fasti della Giostra, che oggi mancano a molti.

Peccato che per aggiustare una parte danneggiata delle lastre del manto stradale, anziché recuperare una pietra adatta (magari quelle trafugate dal’ex geometra del Comune per la sua villa a Mugliano), questa mattina, hanno ben pensato di metterci una “pezza” davvero orribile.

 

Soluzione da “pezzenti”, ovvero un po’ di asfalto buttato alla rinfusa, un cazzotto nell’occhio per chi guarda, e un insulto alla salvaguardia delle parti più storiche della città.

Chi sia stato non è dato (per ora) saperlo, ma segnaliamo la cosa, perché venga correttamente ripristinata come si deve.

Che non si ripeta il “ballo del qua qua” a San Clemente o quello del “mattone”nei pressi di via Garibaldi, visto che l’Amministrazione presta molta poca attenzione alla corretta gestione del Centro Storico.

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

4 COMMENTI

  1. Pellicceria, San Lorenzo e Fontanella, il cardo maximus di Arezzo etrusco-romana, la principale direttrice viaria nord-sud, e tale restata fino al XII secolo, poteva vantare un bellissimo lastricato rinnovato nel 1959. Negli ultimi vent’anni questo lastricato ha subito un progressivo peggioramento delle sue condizioni per due motivi: l’incremento del traffico veicolare e l’assenza di manutenzione. Da pochi giorni, tanto per rincarare la dose, i veicoli che entrano in Piazza Grande sono instradati per uscire su per piaggia San Martino – disastratissima – e da lì nella detta direttrice viaria.

  2. Forse la so male e magari non ci azzecca con questo caso ….ma credo di aver sentito in passato che la Sovrintendenza dei Beni Culturali in caso di interventi sotto il lastricato imponga un periodo di tempo di “intervallo” prima di permettere di ripristinare le pietre tolte per le manutenzioni di Acqua/Luce/Gas eseguite nel Centro Storico .

LASCIA UNA RISPOSTA