Svaligiano abitazione e finiscono nella rete della Polizia Stradale di Arezzo

Ieri sera, i carabinieri della stazione di Narni Scalo (Tr), in collaborazione con il personale della polizia stradale di Arezzo, hanno individuato gli autori di un furto in abitazione avvenuto nella mattinata a Narni in via Tiberina.

Ai carabinieri viene segnalata, da un narnese, che fornisce anche il numero di targa, una macchina di grossa cilindrata con alcuni uomini, che chiedono se in zona ci sono delle case in vendita e che poi si allontanano.
La stessa auto poco prima era stata vista nei pressi dell’abitazione svaligiata .

Dai controlli effettuati dai carabinieri sulla targa emerge che l’auto è stata noleggiata presso una società con sede nel nord Italia e che, a bordo, c’è installato un dispositivo Gps. Grazie a questo particolare, i carabinieri di Narni diramano a tutte le pattuglie delle forze dell’ordine sul tragitto del mezzo i dati in proprio possesso e  grazie a questo, il veicolo viene intercettato e fermato dalla polizia stradale di Arezzo all’altezza del casello autostradale Valdichiana.

A bordo dell’auto ci sono 5 giovani tutti residenti a Roma, alcuni di fatto in un campo rom, gravati da numerosi precedenti specifici.
In seguito alla perquisizione personale e del veicolo sono stati rinvenuti arnesi da scasso e  alcuni monili in oro poi riconosciuti dalla vittima del furto in abitazione tramite individuazione fotografica presso la stazione carabinieri di Narni Scalo, dove nel frattempo la donna è andata per formalizzare la relativa denuncia.

I 5 sono stati denunciati in stato di libertà, per competenza territoriale, dalla polizia stradale di Arezzo alla Procura della Repubblica presso il tribunale ordinario di Arezzo per i reati di furto in abitazione aggravato in concorso e per il possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli .

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA