21.1 C
Comune di Arezzo
domenica, Maggio 19, 2024
HomeAutori e LettoriUn cardinale che si sposa, trama di un film del rinascimento

Un cardinale che si sposa, trama di un film del rinascimento

il gossip di Cesare Fracassi
Un cardinale costretto a sposarsi: la trama di un film rinascimentale.
Lassù, al Duomo, con lo sguardo a dominare la nostra città, un cardinale che dovette abbandonare la porpora per succedere al fratello nel comando del Granducato, sposando una Lorena e dando inizio a una dinastia.

-

È lassù al Duomo posto con lo sguardo a dominare la nostra città, fu fatto Cardinale, porpora che non abbandono’, quando per la morte improvvisa del fratello Francesco dovette succerdergli al comando del Granducato , terzo granduca, a 38 anni, ma per prassi, al fine di lasciare dei successori, dovette abbandonare l’abito eclesiastico e sposare, meno male, dico io, una Lorena, Cristina.

La Lorena gli dette ben 9 figli, questo la dice tutta, sulla sua repressione sessuale negli anni precedenti in porporato.
Gli succedette il primo genito, che prese il nome del nonno, Cosimo, quindi II.
Quel Cosimo primo che fece terminare la costruzione della fortezza riempiendo la piccola valle, dove era esistito il vecchio foro romano, dando continuità con una leggera pendenza tra la Cattedrale e l’ingresso della stessa.

Disegnata dal Sangallo, architetto e costruttore di carceri, fortezze, esempi di potere e costrizione: Poggio Imperiale, Castel Sant’Angelo, Carcere di Civita Castellana, Borgo di Sansepolcro, Fortezza vecchia di Livorno e altri edifici, ingegnere e direttore dei lavori che per Arezzo terminarono e furono ultimati solo nel 1560.
E quel Cosimo I che ci porto’ via la Chimera etrusca trovata nel 1553 in San Lorentino durante le fondamenta della stessa Porta.

La Fortezza, costruzione, più per intimare agli aretini un dovere di sudditanza, come il monumento a imporre il potere di Francesco con la città ai sui piedi, nella scalinata del Duomo, fatto dal francese Pierre Francheville poi chiamato Piero da Francavilla.
Il Rinascimento fu per Arezzo e gli aretini solo oppressione e dominio dei Medici!!

1 commento

  1. Comandando il trasferimento della Chimera a Firenze, e la sua acquisizione al patrimonio mediceo, si può dire che Cosimo I fu un pragmatico antesignano in materia di tutela dei beni culturali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Cesare Fracassi
Cesare Fracassi
Nato ad Arezzo nel 1946 in via Crispi 66 al suono della prima sirena del Fabbricone, elementari a Santa'Agnese, scuola di vita e di battaglie, poi dopo le medie il classico e studi di medicina e giurisprundenza tutti gli esami di quest'ultima dati..., cal- ciatore dilettante, fondatore Tuscar Canaglia, sciatore agonistica, e presidente Fisi provinciale, Esperienze lavorative: mangimista, bancario, consulente finanziario, orafo, advisor carte di credito, ideatore 3/F card reg. Siae sez. Olaf n°1699 del 13 /4/ 2000 titolo "Global System", agricoltore, pensionato...

Sostieni L'Ortica

Un gesto per coltivare l'informazione libera e di qualità.
Sostenere l'Ortica significa dare valore al giornalismo indipendente, alla ricerca della verità e alla voce della società.
Con una donazione annuale, puoi contribuire concretamente al nostro impegno nel fornire notizie senza condizionamenti.
Ogni piccolo sostegno conta: unisciti a noi nella nostra missione per un'informazione libera e imparziale.
Grazie per il tuo sostegno prezioso.
Dona con Paypal

Dello stesso autore

- Advertisment -