Tutte le news di oggi 3-12-2019

Ascolta l’audio

Fermati in A1 con 300 mila euro nel doppiofondo dell’auto
La Polizia Stradale di Arezzo ha fermato una CITROEN DS5 con all’interno due persone che avevano nascosto nel doppiofondo dell’auto 300.000 euro in contanti.
L’auto fermata alcuni giorni prima, era stata controllata e gli investigatori si erano accorti della presenza, sotto il sedile del conducente, di un doppiofondo, vuoto.
Ignaro della scoperta fatta dagli investigatori che, ne avevano memorizzato tipo e targa, l’uomo viene fatto ripartire, mentre nella Caserma di Battifolle c’è un passaparola tra tutti, nell’attesa che ripassasse, ieri, infatti è stato avvistato e fermato.
Dal doppiofondo sono spuntati fuori 8 pacchetti, contenenti  300.000 euro in banconote di vario taglio.
I soldi e l’auto sono stati sequestrati e i due sono stati denunciati perché non hanno saputo giustificare la provenienza del denaro.
Le indagini continuano.

Due rom tentano truffa a Montevarchi

Dopo la segnalazione di alcuni cittadini, una pattuglia dei carabinieri di San Giovanni Valdarno,  ha raggiunto e identificato due cittadini romeni senza fissa dimora, sorpresi in pieno centro mentre cercavano di vendere con insistenza a dei passanti due telefoni di ultima generazione ad un prezzo estremamente conveniente.
Si è poi accertato come i telefoni fossero contraffazioni ben riprodotte di noti brand.
Per i due è scattata la denuncia per ricettazione e commercio di prodotti falsi: i telefoni sono stati posti sotto sequestro e per i due sarà proposto anche il foglio di via obbligatorio dal comune valdarnese.

Truffa informatica a Loro Ciuffenna

I carabinieri della locale stazione hanno denunciato per truffa un italiano dedito da anni a questo genere di attività .
Grazie ad un annuncio con il quale metteva in vendita un set completo di cerchioni da automobile, intasca dalla vittima 400 euro, senza che la merce venisse mai recapitata e con l’ulteriore beffa della completa sparizione nel nulla.
I carabinieri, però, lo hanno prontamente individuato e denunciato.

Guida ubriaco, patente ritirata

I Carabinieri di San Giovanni Valdarno hanno ritirato la patente e denunciato all’autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza un operaio italiano con precedenti penali, il quale sottoposto al test dell’etilometro ha evidenziato valori alcolemici di molto superiori al limite consentito dalla legge.

Il Piano Strutturale e il Piano Operativo di Arezzo vanno cambiati

Il Comitato “Arezzo 2020, il tempo di cambiare critica fortemente la Variante al Piano Strutturale e del Piano Operativo adottati dal Comune di Arezzo.
“Questi strumenti dovrebbero disegnare il futuro di Arezzo partendo da una fotografia della situazione e delle tendenze – sostiene Arezzo 2020 lanciando la prima critica – invece manca totalmente un’analisi dei cambiamenti demografici, dei cambiamenti climatici, dei nuovi bisogni della popolazione, con i fenomeni di invecchiamento, riduzione di abitanti, presenza di aree produttive dismesse e molti edifici vuoti, privati e pubblici, che vanno recuperati e resi funzionali”.

La sezione arbitri di Arezzo festeggia i 70 anni di attività

Giovedì 5 dicembre la sezione arbitri di Arezzo festeggia i 70 anni di attività con una cerimonia articolata in due fasi:
la prima è in programma alle ore 18 presso la sede allo stadio, con l’intitolazione dell’auditorium al presidente onorario Giancarlo Felici.
La seconda si svolgerà dalle ore 20 presso Arezzo Fiere e Congressi, con la cena di gala durante la quale saranno assegnati i premi per la stagione sportiva in corso e per chi l’ha svolta in passato.

La Chimera Nuoto chiude l’anno con due titoli toscani assoluti

La Chimera Nuoto ha gareggiato con dieci nuotatori agonisti che hanno meritato il settimo posto nella classifica generale.
Vinte quattro medaglie: l’oro nei 50 e nei 100 delfino,  l’argento nei 200 delfino di Eleonora Camisa, e il bronzo nei 50 dorso di Isabella Trojanis.

Imprenditore evade 90 mila euro al fisco

Nei guai un imprenditore aretino di 46 anni, amministratore di una società operante nel capoluogo, nel settore orafo, che – per sottrarsi al pagamento di un importante debito erariale per omessi versamenti dell’I.V.A., ha effettuato una serie di articolate operazioni societarie.
Con l’intestazione fittizia ad una “testa di legno” di una società fantasma, evadeva 90 mila euro.
Sequestrati i conti bancari, immobili ed un capannone.

Buche e voragini sull’E 45

Nella tarda serata di ieri, l’Anas su segnalazione dei carabinieri, è intervenuta fra le due uscite di Sansepolcro in direzione nord, rattoppando buche e voragini che danneggiavano la marcia dei veicoli.
Molte gomme squarciate, ricorso a meccanici e carro attrezzi, conducenti di Tir che si sono fermati nella vicina stazione di servizio per verificare i danni subiti.

A Levane ubriaco alla guida cade nel burrone

I militari della Stazione di Levane hanno denunciato in stato di libertà un operaio, censurato, di origine dominicana che dopo aver assunto elevatissime quantità di sostanze alcoliche si è messo alla guida della propria autovettura per poi cadere giù da una scarpata provocando a se stesso ed alla compagna che viaggiava con lui diverse lesioni e fratture.
Dal controllo risultava poi che la patente di guida era falsa e che l’uomo non l’aveva mai conseguita.

“Nonni in bellezza”, studentesse e anziani a confronto alla Casa Pia

Giovani studentesse a confronto con la terza età nel progetto di alternanza scuola-lavoro “Nonni in bellezza”.
L’iniziativa, giunta alla terza edizione, è ospitata dalla Casa di Riposo Fossombroni e coinvolgerà le ragazze del percorso di studi “Operatore del benessere e estetica” dell’istituto Margaritone-Vasari che arricchiranno la loro tradizionale formazione tra i banchi attraverso l’incontro con i residenti dell’istituto cittadino.
Per una mattina al mese fino al termine dell’anno scolastico, circa cinquanta studentesse di seconda e di terza si recheranno alla Casa Pia per mettersi alla prova in speciali trattamenti di benessere e di bellezza rivolti agli anziani.

Controlli in Casentino, patenti sequestrate e fermo per droga

Circa 60 i militari impiegati che hanno battuto a tappeto il territorio dell’intero Casentino nelle giornate di sabato e domenica, controllando 160 persone in transito.
Tra queste, quattro sono state segnalate alla Prefettura .
Sono state loro sequestrate modiche quantità di marijuana e cocaina.

Guida ubriaco, causa incidente

Denunciato a piede libero un 63enne casentinese che aveva causato un sinistro stradale nel Comune di Castel San Niccolò.
L’etilometro ha segnalato a suo carico valori superiori alla norma.
Gli è stata ritirata immediatamente la patente di guida e l’autovettura è stata sottoposta a fermo amministrativo per 30 giorni.
L’altro conducente, trasportato a Bibbiena in ambulanza, ha riportato ferite per fortuna non gravi guaribili in 15 giorni.

Ruba scarpe, denunciato

Denunciato a piede libero un lituano, senza fissa dimora, con precedenti specifici, il quale introdottosi in alcuni esercizi commerciali tra Bibbiena e Poppi, aveva rubato scarpe di un noto marchio insieme ad altra merce.
Tempestivo l’intervento dell’Arma che ha rintracciato l’uomo mentre tentava di allontanarsi dal territorio.

Arrestato giovane appartenente ad una gang

I Carabinieri della Compagnia di Bibbiena hanno proposto all’Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza un 26enne italiano casentinese che lo scorso settembre era stato arrestato dai colleghi di Arezzo poiché appartenente alla gang di giovani dediti alla commissione di rapine nei parchi del capoluogo.
La stessa Autorità, concordando con le risultanze dei Carabinieri emetteva il provvedimento notificato al pericoloso soggetto nelle scorse ore.

Investimenti sul personale, ecco i prossimi step della ASL Toscana Sud Est  

Rinnovati 136 contratti di somministrazione lavoro tra infermieri, ostetriche ed operatori socio sanitari.
La suddivisione in province è la seguente: 54 contratti per Arezzo, 41 per Siena e 41 per Grosseto.
A questo atto, si affiancherà nei prossimi giorni una ulteriore importante delibera per la sostituzione di personale andato in pensione dal mese di agosto.
(o che ci andrà entro il 1 aprile 2020).
Si tratta di 195 contratti (86 per Arezzo, 64 per Grosseto e 45 per Siena) che, insieme a quelli dell’altra delibera, sono una risposta alle temporanee carenze e uno step di programmazione anticipata, finalizzata a mantenere adeguati livelli di servizio nei vari moduli di assistenza.

in aggiornamento

LASCIA UNA RISPOSTA