10.6 C
Comune di Arezzo
sabato, Maggio 25, 2024
HomeAutori e LettoriAnni 60, la Bussola, Mina, Battisti, Romano, Nico e il risotto

Anni 60, la Bussola, Mina, Battisti, Romano, Nico e il risotto

il gossip di Cesare Fracassi
Un'estate indimenticabile tra musica e risate: ricordi degli anni '60 tra la spiaggia, la Bussola, e un unico pasto quotidiano di risotto ai frutti di mare al Tamanaco

-

Partimmo i primi di settembre, Gianni aveva preso la patente da poco e andammo al mare, alle Focette a casa del babbo di Gianni, l’altro era Piero, quindi eravamo in tre, ed io avevo ancora i capelli.

La villetta aveva un piccolo giardino, di cui dovevamo prendersi cura fino al 20 di settembre, quando sarebbe arrivato a chiudere tutto il padre di Gianni, inoltre dovevamo, rimessare il patino da vogatore professionale, dal bagno fino al garage della villetta, almeno 800 metri di distanza.

Il patino fu l’ultima cosa a cui si pensò in quei 15 giorni , la spiaggia come al solito non si vide mai.
Per arrotondare il nostro gruzzolo avevamo trovato da innaffiare altri giardini.
La notte era il giorno, e la mattina, prima di andare a dormire, dopo le innaffiature, si andava al bar della piazzetta all’interno a prendere un caffè, ah, avevo scordato di dire che avevamo un vespa 125, per risparmiare la benzina della Bianchina familiare.
( Autobianchi).

Sempre in tre anche in vespa, mangiavamo solo la sera, per modo di dire, dopo la chiusura della Bussola, un piatto di risotto ai frutti di mare al Tamanaco e anche li ci aspettavano per il nostro unico pasto quotidiano, per dopo chiudere. Alle 21 ci si metteva al posteggio auto della Bussola per dare una giusta collocazione alle auto dei clienti, poi completato il posteggio proprio sotto il Barattolo dove era la grande insegna della serata e degli artisti, entravamo per la concessione di Bernardini raccomandati dal Fioroni impresario.

Io avevo solo due jeans, due magliette, e un paio di zoccoli e delle scarpe da tennis bianche della Superga, e un golf di lana caprina, tipo marina militare statunitense, comprato l’anno prima al mercatino di Livorno, e un pigiama di classe con uno stemma nel taschino, che mettevo al lavoro del posteggio e anche in passeggiata.

Quando si poteva entrare ci facevano salire su al Bussolotto dove ogni sera c’era Romano Mussolini e il suo Jazz e pure Lucio Battisti, ancora sconosciuto, che si esibiva come cantante e lo stesso Nico Fidenco, mentre sotto al ristorante c’erano i big di allora, la Vanoni, Mina, Morandi, ancora i capelloni e i complessi non erano arrivati.

La chiusura della Bussola era verso la metà di Settembre e di solito la faceva Mina, ed io ebbi proprio il pass, per stare di sotto, ma dovevo essere vestito bene,… Piero, mi presto’ un pantalone blu con la risvolta, dei mocassini nero lucido con le nappe e una camicia bianca a maniche lunghe, e una cintura a fibbia grossa.

Il pass e la consumazione mi fu dato da una modella dell’ epoca, anche attricetta, incontrata al bar dell’interno, con Bertolli “Sangrilla”

Dopo questa vacanza tornai a casa con 5 chili meno!.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articolo precedente
Articolo successivo
Cesare Fracassi
Cesare Fracassi
Nato ad Arezzo nel 1946 in via Crispi 66 al suono della prima sirena del Fabbricone, elementari a Santa'Agnese, scuola di vita e di battaglie, poi dopo le medie il classico e studi di medicina e giurisprundenza tutti gli esami di quest'ultima dati..., cal- ciatore dilettante, fondatore Tuscar Canaglia, sciatore agonistica, e presidente Fisi provinciale, Esperienze lavorative: mangimista, bancario, consulente finanziario, orafo, advisor carte di credito, ideatore 3/F card reg. Siae sez. Olaf n°1699 del 13 /4/ 2000 titolo "Global System", agricoltore, pensionato...

Sostieni L'Ortica

Un gesto per coltivare l'informazione libera e di qualità.
Sostenere l'Ortica significa dare valore al giornalismo indipendente, alla ricerca della verità e alla voce della società.
Con una donazione annuale, puoi contribuire concretamente al nostro impegno nel fornire notizie senza condizionamenti.
Ogni piccolo sostegno conta: unisciti a noi nella nostra missione per un'informazione libera e imparziale.
Grazie per il tuo sostegno prezioso.
Dona con Paypal

Dello stesso autore

- Advertisment -