19.5 C
Comune di Arezzo
martedì, Luglio 9, 2024
HomeSaluteIl rischio nutrizionale della carne sintetica

Il rischio nutrizionale della carne sintetica

-

E’ stata approvata la Legge “Disposizioni in materia di divieto di produzione e di immissione sul mercato di alimenti e mangimi costituiti, isolati o prodotti a partire da colture cellulari o di tessuti derivanti da animali vertebrati nonché di divieto della denominazione di carne per prodotti trasformati contenenti proteine vegetali”.

L’Italia ha potuto approvare questa legge perché ad oggi non esiste un Regolamento della Comunità Europea e il Codex Alimentarius non ha autorizzato a livello mondiale la produzione di carne coltivata.
FAO e l‘OMS hanno scritto il 5 aprile 2023 il Report “Food Safety Aspectys of Cell-Based Food” (Aspetti di sicurezza alimentare degli alimenti a base cellulare), che esamina le tecnologie utilizzate per produrre alimenti a base cellulare, identifica i potenziali rischi per la sicurezza alimentare ed esplora i quadri normativi nei ​​vari Paesi.
OMS e FAO hanno evidenziato pericoli e rischi per la salute umana nella carne coltivata.

La carne coltivata oppure carne sintetica e’ ottenuta partendo da una cellula staminale prelevata da un animale.
La cellula staminale e’ una cellula madre di altre cellule.
Si fa il prelievo della cellula staminale da un animale (bovino, ovino, pollo…pesce….) viene introdotta in un reattore che può essere collocato in qualsiasi luogo.
Per moltiplicarsi la cellula staminale deve produrre la sintesi delle sue proteine.
Così il numero delle cellule aumenta fino a diventare una porzione di carne che può essere ingerita dalla bocca umana.

Per garantire il processo biochimico di formazione da una cellula ad una porzione di carne occorre fornire alle cellule adeguata dose di amminoacidi e altri nutrienti.
Senza questa nutrizione artificiale non si ha la formazione della carne sintetica o coltivata.

Questi amminoacidi necessari da fornire alle cellule derivate dalla prima cellula staminale da dove provengono?
come sono ottenuti?
Quale e’ la qualità molecolare degli amminoacidi.
Questi si dividono in amminoacidi essenziali, non essenziali.

Le farine proteiche degli insetti possono diventare sorgenti di amminoacidi da utilizzare per lo sviluppo delle proteine cellulari nella lavorazione della carne sintetica all’interno del bioreattore.
Così facendo si può pensare che attraverso la catena alimentare le farine proteiche degli insetti possono arrivare indirettamente negli alimenti destinati al consumo umano.
E’ evidente che la qualità e sicurezza nutrizionale della carne sintetica dipende dagli amminoacidi utilizzati nella crescita.

Il rischio nutrizionale della carne sintetica sta nella qualità molecolare delle sue proteine.
Si possono avere proteine difficili da digerire a livello intestinale.
La qualità e la sicurezza nutrizionale di un alimento dipende dalla sua compatibilità con il corpo umano.
Il corpo umano (DNA) e’ l’hardware. Il cibo (ECONOMIA) e’ il software. Il corpo umano non cambia.
Cambia invece il cibo, non sempre compatibile con l’organismo umano.
La sicurezza nutrizionale e’ un diritto che lo Stato deve assicurare a tutti.

Articolo correlato:  Carne sintetica: sicurezza e qualità nutrizionale

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Dott. Pierluigi Rossi
Dott. Pierluigi Rossi
Laureato in Medicina Chirurgia è Specialista in Scienza della Alimentazione, Specialista in Igiene e Medicina Preventiva. E’ stato Primario presso la ASL di Arezzo, Servizio Sanitario della Toscana, per 22 anni, Direttore della U.O. Direzione Sanitaria della stessa ASL, dove ha creato e diretto Ambulatorio di Nutrizione Clinica. Docente dal 1995 al 2009 di Scienza della Alimentazione presso la Università degli Studi di Siena. Docente (a.c.) presso la Università degli Studi di Bologna. E’ autore di un considerevole numero di ricerche scientifiche pubblicate in riviste italiane ed internazionali. Autore di libri. Ha fondato la Scuola di Alimentazione Consapevole, dirige e insegna in Master e Corsi di Nutrizione Clinica a medici, biologi, farmacisti e personale sanitario in molte città italiane e all’estero. Ha elaborato il Metodo Molecolare (Dieta Molecolare) che supera il calcolo giornaliero delle Calorie, considerato un artefatto scientifico perché il corpo umano utilizza per il suo lavoro metabolico solo energia chimica (ATP) e non certo il calore.

Sostieni L'Ortica

Un gesto per coltivare l'informazione libera e di qualità.
Sostenere l'Ortica significa dare valore al giornalismo indipendente, alla ricerca della verità e alla voce della società.
Con una donazione annuale, puoi contribuire concretamente al nostro impegno nel fornire notizie senza condizionamenti.
Ogni piccolo sostegno conta: unisciti a noi nella nostra missione per un'informazione libera e imparziale.
Grazie per il tuo sostegno prezioso.
Dona con Paypal

Dello stesso autore

Conoscere il cervello

La nostra vita!

- Advertisment -