17.2 C
Comune di Arezzo
martedì, Luglio 9, 2024
HomeProvocazioniSanremo vince le elezioni – Ecco il nuovo governo

Sanremo vince le elezioni – Ecco il nuovo governo

-

Con oltre dieci milioni di adesioni il partito di Sanremo stravince le elezioni con qualunque sistema elettorale.
Certo non sono mancate le polemiche, come spesso succede in Italia.
Tutti si dichiaravano lontani da quella manifestazione dicendo nei sondaggi: no, io non lo guardo; ma figurati, mi fa schifo.
Un po’ come per il Cavaliere quando tutti si vergognavano a dichiarare che lo avrebbero votato.
Ma la vittoria di Sanremo è stata netta grazie anche al “patto del Nazareno” tra Rai e Mediaset, il vero laboratorio politico capace di vincere.

Del resto Sanremo è il vero erede della Democrazia Cristiana, un pentolone dove ci sta di tutto, dalle frasi melense alle iniziative paracule sui corpi dello stato come i vigili del fuoco e le forze dell’ordine, che si celebrano in TV ma poi si lasciano a stipendi da fame.
L’importante, come succedeva nella “balena bianca” è conglobare nel pentolone di tutto e di più, perché tutto fa brodo.
Anche la gnocca è utilizzata sapientemente, facendola scendere dalle scale sventolando le gonne per un sano “vedo e non vedo” che siano farfalle o scarafaggi.
Perché la gnocca è sicuramente nazional-popolare e va bene in qualunque stagione politica.

Ora ci sarà la formazione del governo e girano già le prime voci.
Facile prevedere Al Bano al posto di Alfano mentre incerta la presenza di Marco Masini al posto di Poletti, in quanto non è mai stato un cervello in fuga.
Alla difesa, al posto di Roberta Pinotti ci sarà Ermal Meta che con la sua “Vietato morire” da’ sicurezza.
Clementino sostituirà Valeria Fedeli alla scuola, tanto il titolo di studio è lo stesso.
Allo sviluppo economico, al posto del pokemon Padoan, andrà Ron, almeno lo rivedremo tra cent’anni.
Incerta Fiorella Mannoia al posto della Lorenzin, perché troppo rossa e rischia di far funzionare le cose mentre la sanità, si sa, ha bisogno di paludi per continuare a sgretolarsi.
Naturalmente Carlo Conti sarà il nuovo presidente del consiglio, così soddisferà anche gli extra-comunitari mentre la De Filippi sarà sottosegretario al posto della Boschi, tanto hanno la stessa faccia tosta.

Buone notizie per i risparmiatori azzerati di Bancaetruria.
Invece dei rimborsi sulle obbligazioni subordinate saranno loro offerti in numero illimitato i dischi di Gigi D’Alessio, con la clausola, però, di ascoltarli almeno una volta al giorno, così per ricordarsi come vanno le cose in Italia.
Portami via, canta Fabrizio Moro,
portami via da questi anni così invadenti
da tutto il vuoto che senti, da ogni angolo di tempo
dove io non trovo più energia
amore mio portami via.

spot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Luciano Petrai
Luciano Petrai
Di professione “curioso”, ha attraversato negli anni ’80 le speranze ecologiste collaborando attivamente con gli Amici della Terra – Italia. Ha cavalcato le delusioni politiche e sociali attraverso una buona dose di auto-ironia e di sarcasmo. Attualmente fa parte della redazione del periodico “Essere” ed esprime note e lazzi in una frequentata pagina facebook . Ed ora l’esperienza ne “L’ortica” per continuare a pungere divertendosi.

Sostieni L'Ortica

Un gesto per coltivare l'informazione libera e di qualità.
Sostenere l'Ortica significa dare valore al giornalismo indipendente, alla ricerca della verità e alla voce della società.
Con una donazione annuale, puoi contribuire concretamente al nostro impegno nel fornire notizie senza condizionamenti.
Ogni piccolo sostegno conta: unisciti a noi nella nostra missione per un'informazione libera e imparziale.
Grazie per il tuo sostegno prezioso.
Dona con Paypal

Dello stesso autore

- Advertisment -