Ma le Cicale da dove passano per andare in Duomo?

Con la Mery Cornacchini non la fai franca neanche a Ponte Buriano.
Lei è a capo del partito delle Cicale che dal 2011 al 2015-( lo ha scritto su Facebook) – si sono fatte forti di 80mila foto, senza contare filmati e servizi di sportello reclami.
Tanta sporcizia fotografata che per raccoglierla ci vorrebbe un’altra discarica.
Tutte foto in città e in periferia, tutte foto per segnalare all’assessore al decoro ogni angolo di città e periferia in preda al degrado.

Ma ora la consigliera comunale del partito delle Cicale, braccio armato dell’assessore , si arma dello smart phone anche per safari fotografici fuori porta.
E a Ponte Buriano ha fatto caccia grossa, ha trovato tanta cartaccia, rifiuti di ogni specie lungo l’Arno che per ripulire le rive ci vorrebbe una bella piena.
Ma a patirne è sempre il turismo: che figura ci fa Arezzo se un turista, dopo aver visitato la città, vuol andare a vedere anche il Ponte della Gioconda?
E poi mica può fare tutto da sola la consigliera.

E se per andare in Duomo, passa dalle scale mobili o se quando è in consiglio non si affaccia dalla finestra come fa a segnalare alla manutenzione quello che succede sul sagrato dalla parte del Comune?
Meno male che da lì è ripassato un ex consigliere comunale e quello che succede lo ha fotografato lui, Daniele Farsetti.
L’ha subito segnalato su Facebook, proprio come fa Mery Cornacchini, con una panoramica della scalinata tutta fiorita: di pisciacani.

Prima che li colga qualche turista straniero che li scambia per garofani, sarebbe meglio che li cogliesse il partito delle Cicale e li portasse all’assessore.
Mica c’è da fare tanti chilometri come andare e tornare da Ponte Buriano.

LASCIA UNA RISPOSTA