Dissertazione sul Facebook aretino – Parte 1

In un tempo, il nostro, dove molta della vita sui svolge sui social, la popolarità e la comunicazione di uomini, imprese e associazioni si gioca sui like, le iscrizioni e il seguito online.

Se una volta la reputazione e la considerazione si valutava di persona o nelle sedi fisiche, ora tutto si muove sul virtuale.

Ma qual’ è la reale popolarità e l’impatto sulla gente di enti, istituzioni, media e personaggi pubblici aretini  su Facebook ?

Con una rapida ricerca si è potuto calcolare con i freddi numeri il reale impatto, e spesso l’immagine che ne esce è, in termini matematici, davvero impietosa.

Quindi la percezione da parte degli internauti aretini può dare una fotografia realistica della considerazione e reputazione online di chi, spesso, sui giornali o sulle tv locali si gonfia il petto per poi, nella cruda vita di tutti i giorni essere ai margini dei pensieri dei cittadini.

Se per dare una portata di riferimento, Arezzo ha 100 mila abitanti circa e supponiamo per difetto che la metà, ovvero 50 mila, utilizzino Facebook, le cifre possono essere ben lette da tutti.

MEDIA E GIORNALI
Incredibilmente il numero maggiore di like va ad Arezzo Notizie, con 36.175 “piace a”, poi a seguire il Corriere Aretino, con 21.533 , la Nazione con 15.613, Teletruria con 13.521, Arezzo Tv con 13.341.

Quindi la presunta “onnipresenza” di Teletruria percepita da molti, in realtà la pone a meno di 200 like da Arezzo Tv, e indietro di molto da altri giornali locali.

Anche la Nazione, non vince come “primo giornale” locale, con 6 mila like in meno del Corriere e meno della metà di Arezzo Notizie.

Gli internauti aretini quindi non sono legati a senso unico ai due media “istituzionali” per eccellenza, preferendo altre testate per informarsi, evidentemente.

POLITICA
Il PD ancora è primo qui con 3.388, seguito da Forza Italia con 2.594 e dal M5S con 1848. A seguire la Lega con 1.252 e Fratelli d’Italia  a 647.

Quindi, anche paragonando i numeri alle statistiche dei media, la politica locale aretina tira poco o nulla sul social, suscita poco interesse e non genera un seguito.

La classifica aretina evidenzia come sembra ancora di stare nella Seconda Repubblica, con il bipolarismo PD – FI a comandare, senza la rivoluzione giallo – verde in atto.

ISTITUZIONI
Il Comune raccoglie 7.871 preferenze, distaccando in modo abissale la Provincia ferma a soli 280 like.

Il mondo ecclesiale poi sembra avere percentuali da sodio nell’acqua con i 380 like del Sinodo Diocesano.

Sembrano quindi piacere per nulla, o poco, i palazzi del potere ai cittadini, così come il mondo del cattolicesimo, che però , a mio avviso, ha come scusante il fatto che i fedeli aretini in larga parte sono anziani e quindi non usano il computer e Internet.

FINE PRIMA PARTE

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

CONDIVIDI
PrecedenteIl ritorno del Lucertola
SuccessivoLa giusta indignazione di Ferdinando III di Lorena verso Arezzo
Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

LASCIA UNA RISPOSTA