La dottoressa D’Amato nominata direttore dell’Uoc

La dottoressa Maria Giovanna D’Amato è stata nominata direttore della struttura complessa Uoc Appropriatezza Pdtar (Percorsi diagnostico, terapeutici, assistenziali, riabilitativi) nel sistema di cura ospedaliera e territoriale, all’esito della relativa selezione pubblica.

È stata, tra l’altro, direttore sanitario delle Case di cura Villa delle Terme di Impruneta (Firenze), direttore dell’Uos Attività sanitarie di comunità dell’Asl 7, ha diretto la struttura Uos Rapporto ospedale territorio e la Uosd Osservatorio Pdta e reti cliniche integrate e strutturate a valenza aziendale – area funzionale dipartimentale Prendersi cura dell’Asl Toscana sud est.

Il direttore generale dell’Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso, afferma: “In un’area come quella di riferimento dell’Asl Toscana sud est, la cui estensione territoriale è pari a metà di quella regionale, con una variabilità di servizi, strutture e professionisti che lavorano a supporto della presa in cura dei pazienti, è più che mai necessario dare forza e vitalità ai Percorsi diagnostico, terapeutici, assistenziali, riabilitativi.

Per questo è ancora più importante aver consolidato questa struttura con la nomina del direttore dell’Uoc, a testimonianza dell’impegno dell’azienda per andare sempre più incontro ai bisogni dei cittadini”.

“Sono estremamente onorata di accettare questo incarico – aggiunge la dottoressa D’Amato – i Pdtar sono da anni riconosciuti a livello internazionale come strumenti in grado di guidare la filiera delle offerte nel governo dei servizi sanitari, per assicurare la presa in cura, l’appropriatezza e la continuità assistenziale dei pazienti, personalizzando gli interventi anche in base ai singoli bisogni di cura.

In questa direzione sono state avviate importanti iniziative ministeriali, quali il Piano nazionale della cronicità (Pnc) e recentemente il Nuovo sistema di garanzia dei Livelli essenziali di assistenza (Lea), che riconoscono nei Pdtar lo strumento per integrare sempre di più ospedale e territorio”.

Ufficio Stampa
Comunicati stampa Amministrazioni, Associazioni, Politici di Arezzo e provincia

LASCIA UNA RISPOSTA