Alla stazione di Arezzo si accolgono i turisti con il mare

Perché le trombe d’acqua suonano meglio del Raro festival

E’ un periodo difficile per Arezzo.
Cade la Coingas, cade la giunta, cade Arezzo casa e, ad “insoprellare” il tutto, cadono trombe d’acqua che mettono in ginocchio la città.

L’assessore Comanducci aveva provato su facebook a ricordare al tempo che la fiera antiquaria si teneva tra una settimana, ma il tempo dispettoso non l’ha nemmeno considerato.

Così un’altra bomba cade sulla Giunta, ma è una bomba d’acqua.

Le testimonianze che arrivano dimostrano un territorio sotto assedio, una situazione drammatica.

 Alla stazione di Arezzo è tutto allagato, chi arriva con il trolley lo usa come pagaia. 

Il sottopasso è diventato una piscina olimpica in onore ai due ori di nuoto di Gregorio Paltrinieri e di Federica Pellegrini.

La gente va di pari passo con il tempo impazzito.
Sempre alla stazione un ragazzo ha al collo un topo, un topo vivo èh, non tatuato, un topo che si ripara dietro la tesa rovesciata del cappellino del ragazzo.

Intanto fuori torrenti d’acqua invadono la città facendo dimenticare le buche, i buchi di bilancio, i buchi della Giunta.
(no, attenzione non è una battuta sessista).
Sembra che i carabinieri forestali siano andati a prelevare il Dringoli, l’unico vero responsabile del dissesto del nostro territorio, dello scandalo Coingas, della disgregazione della Giunta.

Ma c’è una operazione umanitaria da compiere: salviamo il soldato Mery Cornacchini che in questo momento starà soffrendo perché ha dovuto interrompere le sue ispezioni sul materiale lasciato ai cassonetti che ora fluttuano per la città.

Quando insieme ad Angelo Rossi ha creato il blog ( meritorio) Arezzo…contro i cialtroni non si è resa conto che gli aretini l’avrebbero chiamata anche per lo scarico del water intasato.

Respirano invece gli organi competenti ai quali la Cornacchini invia ogni giorno decine di denunce.
-Ecco un’altra email di quella rompicoglioni – ci sembra di sentire l’addetto che riceve la segnalazione.

Ora saranno i vigili del fuoco ad essere interessati per giorni.
Perché la situazione è davvero difficile e la città ed il territorio circostante rischiano di soffrire danni ingenti.
Anche se le aretine hanno sempre uno sguardo positivo sul mondo.

Infatti, come si vede nel video, in un Corso Italia completamente allagato passa un bel ragazzo a torso nudo e la commessa esclama:
“In questo casino però c’è lui che non è male!”
In fondo c’è sempre chi aspetta che piovano “gnocchi”!

Intanto i video sulla situazione abbondano nel web e le sirene dei vigili del fuoco e delle ambulanze danno una strana sensazione di disagio.
Che Trump vada in culo quando dice che non c’è il cambiamento climatico!

Questa è la situazione al quanto precaria adesso di via Arno !! 🤔😮😫😱

Pubblicato da Gommista Marino Galoppi su Sabato 27 luglio 2019

Pubblicato da Michele Mikelino Vinci su Sabato 27 luglio 2019

Pubblicato da Michele Mikelino Vinci su Sabato 27 luglio 2019

Pubblicato da Giuseppe Misuri su Sabato 27 luglio 2019

Impressionante 😱

Pubblicato da Alessio Tucci su Sabato 27 luglio 2019

Luciano Petrai
Di professione “curioso”, ha attraversato negli anni ’80 le speranze ecologiste collaborando attivamente con gli Amici della Terra – Italia. Ha cavalcato le delusioni politiche e sociali attraverso una buona dose di auto-ironia e di sarcasmo. Attualmente fa parte della redazione del periodico “Essere” ed esprime note e lazzi in una frequentata pagina facebook ( che usa soprattutto per cuccare). Ed ora l’esperienza ne “L’ortica” per continuare a pungere divertendosi.

LASCIA UNA RISPOSTA