Come socializzano i nostri ragazzi

Arezzo, Ragazzi con Cellulare

Ecco una foto emblematica di come socializzino i nostri pargoli.
Per strada, sì, come un tempo, ma non si parlano, sono tutti intenti a giocare o chattare online… e quello che non ha ancora lo smartphone è lì a succhiare i segreti del gioco dal più vicino.

Bisogna dire che molte colpe le hanno i genitori moderni, che abbandonano spesso i figli in balia dei videogiochi perché non rompano le scatole…

Per fortuna a pochi metri da questi giocatori incalliti c’era un gruppo di loro coetanei che giocava a calcio con tanto di schiamazzi…

Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA