A Porta Crucifera c’è il vero cambiamento!

Altro che Renzi, Salvini e Di Maio! A Porta Crucifera c’è la rottamazione e il vero cambiamento. A casa i veterani che non vincono e avanti i giovani. In casa rosso verde sì che si decide!

Detto tra noi sembra più una mossa della disperazione che altro.

Non è che il fatto che la stessa scelta portò bene a Porta Santo Spirito sia automaticamente garanzia di successo.
Lì c’era un certo Massimo Gianni che istruiva e allenava…

Magari la mossa si rivelerà un successo, ma il fatto che si decida contemporaneamente di rinunciare a entrambi i precedenti giostratori un po’ fa pensare.
Possibile che fossero tutti e due scarsi?

Vedremo.
Intanto a Carboni e Fardelli toccherà la provaccia, mentre a Rauco e Vanneschi il Saracino di giugno 2018.

Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA