Miracolo a Montedoglio, la parete crollata ricresce da sola

E’ dal 2010 che un pezzo della diga in cemento di Montedoglio è crollato. Ancora son lì a discutere nei tribunali e non si sa se il resto di quei muri reggerà a lungo. Intanto la parte crollata sta ricrescendo da sé come la coda di una lucertola, tanto è il tempo trascorso dal cedimento.

Inutile girarci intorno; il problema vero è capire se il resto della diga è in buone condizioni oppure no.

Siccome nella parte che è crollata pare che il cemento non fosse il migliore possibile, ci piacerebbe capire come è il resto e se davvero ci possiamo fidare della diga oppure no…

La parte crollata la stanno lentamente ricostruendo, ma il resto?

Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA