Il gioco dei contrari

 Chi ha pensato il lavoro di questa manutenzione o è un genio, oppure forse farebbe meglio ad impiegarsi presso un fast food, che renderebbe di più.

Nemmeno il tempo di parlarne qualche giorno fa, che nella zona del Sellina, viene tagliata l’erba.

Peccato che il lavoro andava perlomeno fatto al contrario, se non integrato.

Il passeggio è rasato, ma nei fossi laterali non è stata toccata una paglia.
Demenziale.

Ora fa secco, ma poi quando pioverà saranno dolori.

 

 

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

LASCIA UNA RISPOSTA