Ci sono pagliacciate e pagliacciate

Come ironicamente evidenziato dalL’Ortica (Arezzo una città che boccheggia), riprendendo un post odierno di un Consigliere Comunale dell’opposizione, anche oggi il Sindaco Ghinelli ha laconicamente comunicato che avrebbe abbandonato i lavori del Consiglio Comunale, durante il quale era in discussione un argomento di estrema importanza per la Città come il piano triennale delle opere pubbliche.

Non è la prima volta e non sarà certo l’ultima che Ghinelli sparisce senza dare una spiegazione: lo ha fatto per due volte per andare negli Stati Uniti per circa un mese e mezzo, fingendo di essere presente al suo posto a Palazzo Cavallo con quelle beffarde dirette televisive sull’andamento della pandemia e lo ha fatto anche in due precedenti sedute del Consiglio Comunale.
Senza contare le volte che ha disertato cerimonie pubbliche, alle quali avrebbe avuto il dovere istituzionale di presenziare.

In tutte queste occasioni le giustificazioni del Sindaco sono arrivate con notevole ritardo – talvolta di mesi e talaltra di settimane – e solo perché non era più possibile tenere nascoste le sue assenze di fronte alle contestazioni e alle rimostranze delle opposizioni.

Oggi, però, c’è una grossa novità: la Vice Sindaca e sindaca protempore (la s è volutamente minuscola, dato il suo ruolo secondario), sempre pronta ad assumere le difese del Podestà, ha ritenuto opportuno, con un post di pochi minuti fa sul suo profilo FB di Assessora, di giustificare immediatamente la sparizione del Sindaco dal Consiglio Comunale.
Apprezziamo la solerzia della Dr.ssa Tanti e siamo sicuri che il Sindaco se ne sia andato per fare gli interessi di Arezzo.
Solo che ci chiediamo e Le chiediamo: perché non lo ha fatto nelle altre occasioni, in cui Ghinelli si è assentato per giorni e giorni e non solo per poche ore ?

Eppure era così semplice ed avrebbe evitato certe PAGLIACCIATE….

Etrusco
Aretino doc, la mia grande aspirazione era quella di diventare giornalista ed invece ho fatto per più di 40 anni tutt'altra professione. In gioventù' ho scritto articoli per giornali umoristici universitari del tipo La Bombarda ed Il Pungiglione ed, in seguito, dopo la laurea, sono stato nello staff di televisioni e radio private aretine. Sono da sempre appassionato di sport, che ho praticato sia a livello semiprofessionistico, sia dilettantistico. Sono un innamorato della Giostra del Saracino, nella quale per alcuni anni ho avuto un certo ruolo. A chi mi dice che ho un brutto carattere, perché troppo polemico, rispondo come diceva il Presidente Pertini che " soltanto chi ha carattere, ha un brutto carattere ". Ho fatto tante cose in vita mia e spero che questa non sia l'ultima.=

LASCIA UNA RISPOSTA