La Tanti se ne va? Forza Italia la spinge via dopo un amore finito

Punterà i piedi Lucia Tanti?

Lasciata Forza Italia, sua casa quasi da sempre, si avvicina alla Lega e a Fratelli d’Italia aderendo al nuovo partito del presidente della Liguria Giovanni Toti.

Fin troppo facile immaginare quello che si è verificato ieri, quando i forzisti le hanno rinfacciato di essere assessore comunale grazie a loro e che ora sarebbe il caso di levarsi di torno rinunciando anche ai 2000 euro di emolumenti mensili.

Lei resisterà o lascerà?
Nel momento in cui scrivo non si sa, ma dopo l’assenza prolungata di Alberto Merelli, assessore indagato per l’affare COINGAS (cui sembra si impedisca di dimettersi),
la giunta Ghinelli, già fortemente a rischio, non può certo permettersi di perdere il suo assessore più forte; quella Lucia Tanti considerata il vero motore dell’amministrazione attuale.

La situazione continua a essere critica e Forza Italia dopo aver deciso di sfiduciare Ghinelli, averci ripensato due giorni dopo e ora richiedere una verifica settembrina, è possibile che stacchi la spina prima che lo stesso Ghinelli si sposi e voli negli Stati Uniti con la sua dolce metà extracomunitaria, a ottobre prossimo.

 

Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA