Pregiudicati litigano nei giardini di Campo di Marte, intervento dei carabinieri, un arresto e una denuncia

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Arezzo nel corso di specifici servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in città, volti anche a contrastare il degrado urbano, hanno intensificato la presenza nelle aree particolarmente sensibili del centro di questo capoluogo.

Le due pattuglie in servizio, hanno proceduto all’arresto di un uomo di origini nigeriane di circa 30 anni ed alla denuncia in stato di libertà di una donna italiana, di 43 anni.

Gli equipaggi sono intervenuti nei giardini di “Campo di Marte” a seguito di un’animata lite tra un uomo ed una donna, il tutto avvenuto per futili motivi.
L’azione dei Carabinieri ha permesso di interrompere l’alterco e ristabilire l’ordine, evitando che qualcuno potesse farsi del male.

Una volta bloccati i contendenti e verificate le condizioni dei due soggetti, i militari hanno approfondito il controllo e a seguito di perquisizione personale rinvenivano indosso all’uomo 11 dosi di hashish ed una dose di eroina, pronte per la vendita.
Lo stesso, che già era noto agli operanti per analoghe vicende di stupefacenti, è stato quindi portato in caserma e tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze illecite.

La donna  pregiudicata anche lei, al termine del controllo, è risultata destinataria di un foglio di via obbligatorio dal territorio del Comune di Arezzo ed è stata quindi denunciata a piede libero per la violazione del citato provvedimento.

Nelle ultime settimane, anche in relazione all’arrivo della bella stagione, i carabinieri hanno rafforzato l’attenzione nei parchi pubblici e nei luoghi di maggiore presenza di cittadini, nello specifico in orario serale e notturno.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA