Questi matrimoni s’han da fare?

Estate bollente, non solo per il cima, ma anche per le passioni, carnali e non, che infiammano l’aretino.

Il clamore, il pettegolezzo; i nomi che riguardano le persone coinvolte, pur avendoli, ovviamente non si faranno, lasciando i lettori pensare e immaginare chi siano.

A parte la telenovela Ghinelli, con la miliardaria americana in attesa di essere impalmata (quando non si può ancora sapere), sono altre tre le novelle liason in atto, coinvolgendo clamorosamente persone insospettabili.

Una riguarda il matrimonio futuro di due notissimi politici valdarnesi, uno di centro destra e uno di centro sinistra, in vista per motivi diversi.

Chissà se la storia sarà sulla falsariga del film “Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e politica”, con Solenghi e la Pivetti attratti indissolubilmente, l’uno comunistone sfegatato e l’altra leghista.

La seconda, più clamorosa, riguarda due notissimi giornalisti aretini, non più giovanissimi, che convoleranno a nozze, ma la notizia incredibile è che i due, pubblicamente si mostrano neutri l’un con l’altra, mentre pare segretamente è già da tempo che si frequentano, lontano da occhi ed orecchie indiscrete.

Ciliegina sulla torta è, da indiscrezioni ben confermate, la “tresca” segreta tra due politici locali e molto in vista, insospettabili, impegnati entrambi, che, sempre citando pellicole cinematografiche, amano “volare nel nido del cuculo”, a volte dell’ uno, a volte dell’altra.

Mentre in superficie tutto scorre placido nell’afa estiva, sotto ribolle il turbinio segreto della passione, spesso celata per non scandalizzare gli aretini, che se conoscessero quello che conosciamo noi delle varie storie, inorridirebbero.

Buona estate a tutti, e mettete sempre la mascherina !!!

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

LASCIA UNA RISPOSTA