Se il Meoni sa qualcosa che non sappiamo vada a denunciare il medico, altrimenti torni a vendere i cestelli

Dopo essere stato sbugiardato dalla Asl (prima) e dall’ordine dei medici (dopo), il sindaco di Cortona nottetempo ha diramato un altro dispaccio su facebook affermando che “Vi sono testate on line che parlano senza avere i dati ufficiali.
Fate pure, io ho la documentazione.
Non preoccupatevi di me!
Ci sono stati altri episodi dove per qualcuno avrei fatto figuracce ma poi, purtroppo per loro, ho avuto ragione.
Risponderò con calma, ora non ho tempo da perdere.”

Era l’una di notte mentre pubblicava questo comunicato, può darsi che il Meoni ha dormito poco stanotte visto che è andato a letto tardi e abbiamo mandato le lancette avanti.

Non vorremmo che anche oggi avesse qualche problema di lucidità, questo il momento della calma e del self control e non quello dello stress e degli sbalzi d’umore.
La sua Clamorosa figuraccia, rileggetevi il nostro articolo dove per primi abbiamo raccontato la storia, ha avuto l’effetto di ridare aria anche a quei palloni mosci del Pd di Cortona. Va notato che restano ancora mezzi barcollanti visto che il comunicato lo ha scritto il segretario provinciale, che poi è di Cavriglia.

Ora in tutto questo i sindaci della Valdichiana come la pensano?

E i partiti che sostengono il Meoni che dicono?

Gli assessori non pervenuti che continuano i pigliare lo stipendio?

La Lega ha già detto che sta col sindaco, ma quegli altri?

Quelli che da destra dicono che “ora non è il momento delle polemiche” sono i peggiori ipocriti, andate sul loro sito facebook e scoprirete che hanno smesso 5 minuti prima di offendere qualche altro politico.

In effetti l’unica cosa seria è stata scritta da Ruscelli (che sarebbe il segretario aretino del Pd): “Meoni non è all’altezza di guidare la sanità in Valdichiana”.

Dopo questo casino, provate voi a mettervi al tavolo con la Asl senza fare la figura dei bischeri e il Meoni di riunioni con la asl ne deve fare ancora parecchie.

Se è vero che ha in mano delle carte che gli danno ragione, allora Meoni vada in procura e faccia dimettere tutti i vertici locali dell’azienda sanitaria, smentisca quelli che lo stanno facendo apparire come ridicolo, ma se continua a chiacchierare a vanvera è meglio che appenda la fascia al chiodo e torni a vendere i cestelli elevatori.

Nel centrodestra c’è gente che saprebbe governare molto meglio di lui.

LASCIA UNA RISPOSTA