La lista civica di Ora Ghinelli cambia denominazione

Visto l’andazzo delle riunioni del Consiglio comunale, la lista civica di maggioranza Ora Ghinelli (che adesso pareggia per numero con quella di Forza Italia) si chiamerà “Un’ora in ritardo Ghinelli”.

I biglietti regalo di Roberto Bardelli

E’ vero che l’attesa dell’inizio del consiglio di oggi ha permesso lo show del consigliere Bardelli che ha offerto un cd di cui non sappiamo il contenuto a tutti i presenti, ma visti i biglietti che lo accompagnavano, forse i riceventi qualche preoccupazione potrebbero averla.
Ne abbiamo letti alcuni di questi biglietti come

“Amatevi idioti”, “Mi lamento per principio”, “Io non vi sfido, io non vi vedo”, “Ti scrivo dalle nuvole” ecc…

Frasi ad effetto tanto più regalate da un sovranista destrozzo che, visti gli autori delle frasi, lasciano perplessi: da Pier Paolo Pasolini, a Walt Whitman a Carmelo Bene fino a Charles Bukowski.

Poi via via la seduta consiliare ha cominciato ad affollarsi, piano piano come la rota del Prato.

La protesta di Andrea Modeo
La protesta di Andrea Modeo

Il consigliere Modeo ha provato a protestare per i ripetuti ritardi ma questi ormai sappiamo far parte di una antica consuetudine che ha sempre caratterizzato anche la sinistra.

Certo è una mancanza di rispetto per chi non ha tempo da perdere, per i giornalisti, per gli operatori e per il pubblico visto che era una seduta aperta.
E infatti tra il pubblico c’era il comitato “Giù le mani dalle mense”  con il cartello “Tanti abiuri” riferito all’assessora Tanti che vuole una supermensa per le scuole.

Tanti Abiuri
Tanti Abiuri

E poi il ritardo cronico non può essere giudicato una particolarità italiana.

Presto vi parleremo delle discussioni di questo consiglio comunale.
Per ora vi diciamo che il bilancio è stato approvato e c’è stata una sospensione alle 14,44 con l’invito pressante del presidente Alessio Mattesini ad andare a mangiare il panettone, visto che era gratis.
Alla ripresa della seduta dopo due verifiche andate a vuoto per vedere se c’era il numero legale necessario, (ma i consiglieri erano già a fare il sonnellino pomeridiano) il presidente Mattesini dichiara terminato il consiglio.

Che l’invito ad andare a mangiare il panettone prima possibile nasconda un presagio per questa giunta?

Luciano Petrai
Di professione “curioso”, ha attraversato negli anni ’80 le speranze ecologiste collaborando attivamente con gli Amici della Terra – Italia. Ha cavalcato le delusioni politiche e sociali attraverso una buona dose di auto-ironia e di sarcasmo. Attualmente fa parte della redazione del periodico “Essere” ed esprime note e lazzi in una frequentata pagina facebook ( che usa soprattutto per cuccare). Ed ora l’esperienza ne “L’ortica” per continuare a pungere divertendosi.

LASCIA UNA RISPOSTA