Lunedì 24 arriva la tanto attesa serie I veterinari

Lunedì 24 ottobre, in video streaming funzionante a singhiozzo a cura del Comune, arriva la tanto attesa serie I Veterinari Masters of Arezzo con un cast aretino-internazionale, recitazione scrupolosamente in linguaggio marketing (la serie viene trasmessa anche in linguaggio critico ma esclusivamente on demand per i possessori di regolare abbonamento alla pay tv non schierata politicamente, carta stampata esclusa) e una chicca, al posto di Francesco Macrì c’è fra i protagonisti dietro le quinte un volto giovanissimo riciclato da Lega Nord e Gruppo Misto e adesso interprete di Fratelli d’Italia. Per saperne di più, guardare i contenuti estra di questa attesissima serie.

Il kolossal I Veterinari è di produzione significativamente bipartisan, ideato come fiction si svolge nello storico Palazzo Cavallo e parte da un evento, l’adunanza del Consiglio della Signoria dominata da I Veterinari, una prospera famiglia che vuole ricostruire Arezzo cambiandola con una cura da cavallo, essendo l’ippica l’attività in cui brillava maggiormente il loro ancor giovane ma già grande potere, guadagnato elettoralmente da un anno e qualche mese.

Siamo nel Duemilasedici e mentre il potere de I Veterinari si consolida sempre di più, anche con la riscoperta della classicità di eventi tipo panem et circenses, il loro indiscusso leader, messer Alessandro de’ Ghinelli (interpretato dalla star del cinema d’autore Giovanni di Bicci de’ Medici), nel giorno fatidico dell’adunanza del Consiglio della Signoria deve affrontare un ineluttabile dramma politico ed esistenziale, il giudizio non solo dei suoi ancillari alleati ma anche dei suoi mansueti avversari, la famiglia Pazzi PD.

Cosa ha combinato il governo in tutto questo tempo? Per saperlo il Consiglio della Signoria è convocato con all’ordine del giorno il rendiconto dell’attività svolta dalla ristretta cerchia di masters of Arezzo.
Ristretta cerchia di Masters in cui spicca l’altro interprete maggiore della dinastia de I Veterinari, il perito messer Gianfrancesco de’ Gamurrini ( portato sul piccolo schermo dall’arcinoto attore Cosimo di Giovanni de’ Medici detto Pater patriæ) e il non meno eclatante messer Marcello dei Comanducci, account di Confcommercio (al quale darà il volto Lorenzo di Piero de’ Medici, detto Lorenzo il Magnifico, autentico mattatore dei più importanti palcoscenici del rinascimento).

Come si risolverà il drammatico rendiconto famigliare e politico sullo sfondo dell’Arezzo del Duemilasedici?

Lo scopriremo lunedì 24, dopo la fase delle interrogazioni di rito dai giacigli degli avversari dei Masters of Arezzo; lo scopriremo insieme ai personaggi che animano la serie I Veterinari…se funziona (altro elemento di suspence) la diretta streaming a cura del Comune.

…se funziona lo streaming per la verità è l’elemento di un giallo prettamente tecnologico che non c’azzecca niente con il XXI secolo e con la facilità in cui questa diffusissima tecnologia è applicata senza gli inconvenienti, fuorché se la applica il Comune di Arezzo. E ciò non concorre a deporre alcunché di buono sul presente/futuro della Signoria al tempo de I Veterinari. Ma non anticipiamo troppo sulla trama di questo kolossal.

Vedi seconda puntata:
I veterinari, la dringola e la cupola del Ghinelleschi

LASCIA UNA RISPOSTA