Arezzo Follonica Gavorrano Il commento di Marco Rosati Le foto della partita

L’Arezzo ribalta il risultato e porta a casa la vittoria nella gara contro il Follonica Gavorrano sfatando la tradizione negativa che non l’aveva mai vista primeggiare nei confronti dei maremmani.

Davanti ad un pubblico da categorie superiori (2.000 i presenti al Comunale) la squadra di Indiani esprime un bel gioco sino a che gli ospiti non passano in vantaggio poi accusa il colpo e va al riposo sotto di una rete.

Bonura ha preparato bene la gara ed ha una squadra impostata per lottare sino all’ultimo per le primissime posizioni.

I 25’ minuti iniziali sono scoppiettanti con occasioni per entrambe le compagini.
Poi al 26’ gli ospiti passano in vantaggio con Lo Russo complice anche una deviazione di Lazzarini che nel tentativo di anticipare l’attaccante tocca di quel poco la palla che si va così ad infilare all’incrocio tra palo e traversa.
Come dicevamo in apertura i padroni di casa accusano il colpo e non riescono più ad effettuare i fraseggi con cui prima costruivano le loro occasioni.
Si va così al riposo con gli ospiti in vantaggio.

Inizia la ripresa e l’Arezzo è ancora impacciato.
Poi al 15’ Pericolini è autore di un’azione personale sulla fascia destra che lo porta ad effettuare un cross basso in area dove c’è Pattarello pronto alla deviazione in rete.
La rete da nuova linfa e vigore agli amaranto che tornano a sfoggiare il loro gioco.
Ed i frutti arrivano al 32’, merito dei nuovi entrati Diallo e Convitto con il primo che dalla destra da un vero e proprio assist al secondo che di testa realizza la rete della vittoria.

La squadra di Indiani si impone così in una gara più di intensità che tecnica ma certo non priva di emozioni e di occasioni da rete.
Arezzo a punteggio pieno assieme a Pianese e Sangiovannese prossimo avversario degli amaranto.

SALA STAMPA:
Per l’allenatore del Follonica Gavorrano Marco Bonura è stata una partita aperta nella quale chiunque avesse portato a casa la vittoria non avrebbe rubato nulla poi continua “ non devo rimproverare nulla ai miei giocatori.
Noi puntiamo ad un campionato da prime posizioni ma ci sono realtà diverse quali Arezzo o Livorno che invece hanno l’obiettivo della vittoria.
La differenza tra l’Arezzo di oggi e quello dello scorso anno? Anche l’anno passato aveva un ottimo organico ma, perlomeno, questo è una squadra.

Paolo Indiani elogia i suoi ragazzi che “ hanno offerto un’ottima prova contro una buionissima squadra. Siamo stati bravi a ribaltare il risultato con voglia, umiltà e determinazione facendo gli “operai” quando ce n’era necessità.
Ho un organico di giocatori validissimi che mi mette in difficoltà nella scelta degli 11 che dovranno scendere in campo.
Le 5 sostituzioni con questi giocatori sono determinanti, come oggi, per cambiare le sorti in campo.”

Marco Rosati
Prediligo chi pone e si fa domande ed ho terrore di chi ha solo certezze. Non riesco a saziare la mia curiosità. Mi ritengo un “giovane con esperienza” ma, quando ero adolescente, consideravo coloro che oggi sarebbero miei coetanei “vecchi matusalemme”. Ho fatto studi tecnici ma sono appassionato di storia e delle materie umanistiche in genere. Insomma sono un po’ (eufemismo?) complesso.

LASCIA UNA RISPOSTA