Bagni pubblici…bestiali

Tale è il degrado nella zona della Carbonaia, che in un cesso abbandonato da qualche cialtrone, un uccellino solitario può permettersi di fare la cacca dentro la tazza, invece che in testa a qualche passante, con tutta comodità.

Forse anche il capriolo che c’è in foto poco prima ha usato la “toilette pubblica”, per poi svignarsela quatto quatto, nell’indifferenza assoluta.

Arezzo si dimostra, più che mai, in abbandono totale, sia nell’abitato che non, senza che nulla succeda per rimediare a questa situazione.

Ma che ce frega, tanto il sindaco yankee da oltreoceano di queste cose se ne fotte, mica l’uccellino gli caga in testa dai finti fondali del palazzo comunale.

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

LASCIA UNA RISPOSTA