Lega Pro, ecco il calendario dell’Arezzo 2020-2021

L’Arezzo abbandona il girone A e viene inserito nel girone B, ritrova il Perugia e Cesena.
Lo ha deciso il Consiglio Direttivo di Lega Pro.
Due le squadre mai incontrate: Virtus Verona e Matelica.

Girone di andata

Domenica 27 settembre – FeralpiSalò – Arezzo
Domenica 4 ottobre – Arezzo – Perugia
Mercoledì 7 ottobre- Gubbio – Arezzo
Domenica 11 ottobre -Arezzo – Virtusvecomp Verona
Domenica 18 ottobre – Carpi – Arezzo
Mercoledì 21 ottobre -Arezzo – Padova
Domenica 25 ottobre – Matelica – Arezzo
Domenica 1° novembre -Arezzo – Triestina
Domenica 8 novembre – Mantova – Arezzo
Mercoledì 11 novembre – Arezzo – Sambenedettese
Domenica 15 novembre – Fermana – Arezzo
Domenica 22 novembre – Arezzo – A.J. Fano
Domenica 29 novembre – Imolese – Arezzo
Domenica 6 dicembre – Arezzo – SüdTirol
Domenica 13 dicembre – Arezzo – Modena
Domenica 20 dicembre – Vis Pesaro – Arezzo
Mercoledì 23 dicembre – Arezzo – Legnago
Domenica 10 gennaio – Ravenna – Arezzo
Domenica 17 gennaio – Arezzo – Cesena

Girone di ritorno

Domenica 24 gennaio – Arezzo – Feralpisalò Salò
Domenica 31 gennaio- Perugia – Arezzo
Mercoledì 3 febbraio –Arezzo – Gubbio
Domenica 7 febbraio – Virtusvecomp Verona – Arezzo
Domenica 14 febbraio – Arezzo – Carpi
Mercoledì 17 febbraio – Padova – Arezzo
Domenica 21 febbraio- Arezzo – Matelica
Domenica 28 febbraio – Triestina – Arezzo
Mercoledì 3 marzo – Arezzo – Mantova
Domenica 7 marzo – Sambenedettese – Arezzo
Domenica 14 marzo – Arezzo – Fermana
Mercoledì 17 marzo – A.J. Fano – Arezzo
Domenica 21 marzo – Arezzo – Imolese
Domenica 28 marzo- SüdTirol – Arezzo
Sabato 3 aprile- Modena – Arezzo
Domenica 11 aprile – Arezzo – Vis Pesaro
Mercoledì 14 aprile – Legnago – Arezzo
Domenica 18 aprile – Arezzo – Ravenna
Domenica 25 aprile – Cesena – Arezzo

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA