Saione, uno sguardo verso il cielo

C’è chi guarda al cielo, sperando in un aiuto divino, perché assillato da pensieri, angosce e problemi.

Nessun pensiero invece deve avere avuto chi ha installato a Saione questo cartello che indicherebbe (in pura teoria) un “dare la precedenza”.

Forse la vicinanza alla chiesa, forse ispirato dal tetto a triangolo della casa adiacente, fatto sta che il solerte operaio, l’ha montato al contrario.
Così, con la punta verso il cielo, sembra quelle raffigurazioni del Padre Celeste, in cui c’è un occhio dentro al triangolo, simbolo anche degli Illuminati.

Ma poco illuminato è il solerte “cartellaio”, che forse necessiterebbe di fare un fioretto per riprendere memoria, attenzione e precisione.

Un missile puntato verso il cielo, un celato invito a essere “vigorosi” laggiù dove non batte il sole ?
Chissà.
Forse la precedenza la deve dare molto in alto, e non a destra…

Attendiamo ulteriori sviluppi.

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

LASCIA UNA RISPOSTA