Arezzo, tutte le notizie di oggi: 9 Febbraio

 

Centauro di Terranuova Bracciolini perde la vita nel senese

E’ morto in un incidente stradale, avvenuto nel pomeriggio di ieri 8 febbraio, all’ingresso dell’abitato di Radda in Chianti.
Matteo Steri aveva 30 anni, nell’affrontare una curva ha perso il controllo della sua moto ed è finito contro il guard rail.
Per lui non c’è stato niente da fare, nonostante l’intervento del 118 e dell’elisoccorso Pegaso.
Sul posto anche i carabinieri, per stabilire la dinamica dell’incidente, avvenuto attorno alle 17.

Ruba al supermercato, arrestato dalla Polizia dopo una colluttazione

Un trentenne pakistano è stato arrestato dalla polizia in un supermercato di via Vittorio Veneto.
L’uomo, si era impossessato di tre bottiglie di liquore riuscendo a divellere i dispositivi di protezione antifurto; ma  viene fermato da personale del supermercato e ne nasce una colluttazione durante la quale l’addetto alla sicurezza viene morso  ad una mano.
La Squadra Volanti della Questura, prontamente interviene sul posto ed arresta il ladro.
Il soggetto, tossicodipendente era già sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Arezzo nonché alla misura di prevenzione del Foglio di Via disposto dal Questore, ed era stato più volte arrestato in flagranza per fatti analoghi commessi in vari esercizi commerciali del centro cittadino.
In considerazione dei numerosi precedenti per reati simili, nonché della pericolosità sociale, il Tribunale di Arezzo, in sede di udienza di convalida tenutasi nella giornata di ieri,ne ha disposto la carcerazione.

Truffe on line scoperte dai carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Montevarchi, hanno scoperto e denunciato all’autorità giudiziaria due “professionisti” della truffa online, i quali, agendo in concorso, avevano sfruttato un famoso sito di compravendita tra privati ,  i due, entrambi italiani con precedenti specifici, con un falso annuncio  hanno messo in vendita dei pezzi di ricambio   riuscendo a farsi accreditare dall’ignara vittima la somma di novecento euro su una carta ricaricabile intestata a uno dei due, per poi far perdere le tracce, senza consegnare la merce.

Sempre i Carabinieri di Montevarchi hanno  denunciato per truffa, sostituzione di persona ed esercizio abusivo della professione,  un truffatore seriale italiano con precedenti, l’uomo fintosi  medico dentista, convince un’ anziana  a sottoscrivere un finanziamento bancario per ottomila euro come pagamento per dei trattamenti sanitari mai effettuati, rendendosi subito  irreperibile.

Identico copione si è verificato a Terranuova Bracciolini, dove i militari dell’Arma hanno proceduto a denunciare per truffa un pregiudicato di origine dominicana, con la differenza però che l’uomo questa volta si era finto interessato non alla vendita ma all’acquisto di un bene posto in vendita sul medesimo sito , facendosi accreditare su una carta di credito  cinquecento euro, confondendo la vittima con i suoi modi di fare, convinta quest’ultima che i dati comunicati erano relativi ad un bonifico a favore proprio e non della controparte.

Chiama i carabinieri per avere subito un furto e  finisce nei guai

I Carabinieri della Stazione di San Giovanni Valdarno hanno  denunciato un pensionato  appassionato di caccia, che deteneva ormai da diversi anni un fucile  per svolgere attività venatoria.
L’uomo, però, la scorsa settimana, accortosi di aver subito un furto in casa, dove oltre a dei preziosi, gli era stato sottratto anche il fucile da caccia, dopo l’ntervento di una pattuglia e la successiva denuncia, i militari,  hanno riscontrato  che teneva il fucile in un luogo e con modalità diverse da quelle da lui indicate.
Così i carabinieri, benché l’arma fosse stata regolarmente acquistata diverso tempo addietro, non hanno potuto fare a meno di denunciarlo per “omessa ripetizione di denuncia” per non aver comunicato come previsto dalla legge la variazione del luogo di detenzione del fucile.

Safer Internet Day 2020: incontro di formazione a Montagnano

La Polizia Postale e delle Comunicazioni, in occasione della celebrazione della giornata mondiale della sicurezza informatica, incontrerà oltre 60.000 ragazzi uniti dallo slogan della campagna “insieme per un internet migliore”.
Nella settimana del Safer Internet Day l’incontro di formazione è stato previsto per sabato 15 febbraio presso la Casa Famiglia per minori “Alberigo e Maria” in località Montagnano (Arezzo).

(Comunicato integrale)

LASCIA UNA RISPOSTA