Anime Prave in San Francesco – Riceviamo e pubblichiamo da Dante Alighieri – Oltretomba

anime-prave“Pravi sarete voi!”.
Così ho risposto a Beppe Fanfani quando con una telefonata ultrafanica mi ha invitato al vernissage della sua mostra aretina.
Non l’ho fatto per snobismo, ma vedendo l’elenco degli invitati ho pensato che non fosse il caso di interrompere l’esilio ravennate per celebrare il secondo peggior sindaco di Arezzo del dopoguerra (il primo è sempre lui, visto che ha fatto quasi due mandati, prima di infrattarsi a Roma).

Sono secoli che la mediocrità degli altri si confronta con la mia poesia.anime-prave4
Oramai ci sono abituato, ma quanto colore sprecato nella mostra di Fanfani – il Siqueiros de noantri – nei toni del giallo, del rosso e del nero.
C’è chi già parla di una nuova corrente fanfaniana (artistica, non politica): l’Espressionismo narcisistico.

In effetti all’evento di giovedì 8 dicembre presso la Galleria Comunale d’Arte fanfani80Contemporanea c’era tutto e il contrario di tutto.
Fra le brume della telecamera di sorveglianza dell’Oltretomba, ci è sembrato di notare il curatore Migliorati, appena svegliatosi dalla sua pennichella postprandiale, assieme al sodale Pasquale Macrì, quest’ultimo con i capelli di un cromatismo indefinito e le manine sudaticce (almeno Mauro Valenti impari da lui: dopo Icastic senza “a”, Valenti potrebbe fare Arezz Wav, andando in culo al Comune che possiede il scanzimarchio…), e ancora Andrea Scanzi reduce dalle stroncature plurime del suo ultimo romanzo che è tornato a leccarsi le ferire nella sua odiata/amata città, Liletta Fornasari (in pieno bagno di umiltà: dopo essere stata sbolognata dalla Fraternita ha salutato per il Corso persino Daniela Galoppi), Lucia De Robertis col suo personal trainer Gabellini (entrata in Regione sembra grazie ad un incidente stradale (di un altro), la bella Lucia passerà alla storia per la mozione sul Vinitaly, vedi intervista del succitato Gabellini), il professor Camillo Brezzi (ancora rimpianto in ambito universitario per i numerosi saggi sulla Juventus), e tanti tanti altri.brezzi-camillo

fanfani_ghinelliUn vero successo di pubblico, critica e buongusto: c’era persino il miracolato Alessandro Ghinelli, che deve proprio alla caratura politica di Fanfani se adesso è sindaco della città di Mecenate, e anche assessore alla cultura.
Con lui il dirigente Roberto Barbetti, che mi aveva implorato di partecipare: “Su Dante… io tutte le mattine vengo a lavorare dalla mia Siena in questo buco di città per poche migliaia di euro al mese e tu non fai un piccolo sacrificio per presenziare all’evento culturale più importante del 2016 dopo in Back in Confcommercio… pardon, Back in Time…”.anime-prave2

Purtroppo, nonostante i reiterati “sì”, non si è fatta vedere neanche Maria Elena Boschi, l’algida accolita dello Sputino di Rignano, che sta piangendo da giorni come un fiume in piena nel suo compound di Laterina fra le braccia di babbo Pierluigi, mettendo addirittura in allarme la Protezione Civile per l’innalzamento delle acque dell’Arno (psss… dicono qui nell’Oltretomba che è così fredda che un suo fidanzatino, dopo averla posseduta, ha tirato fuori il pisello in avanzato stato di congelamento).
Ah, a proposito di freddo, inverno e Santo Natale: ma per mettere le baracche in legno di Auschwitz in Piazza Grande avranno chiesto la liberatoria a Heinrich Himmler?

Link correlato:
Anime Prave: guarda chi c’era!
Articolo correlato:
Fanfani porta tutti all’inferno

Felice Cini
Mi piacerebbe essere Tristano ma sono Felicino, vorrei essere qualcuno ma sono nessuno. Mi piacerebbe raccontare qualcosa di buono ma non ho argomenti. Vorrei un argomento positivo sul mondo che ci circonda ma non mi piace granché ciò che ci circonda. Scrivo su l'Ortica per la mia passione per ciò che non va bene. Mi assomiglia.

LASCIA UNA RISPOSTA