Cartoline dalla Romagna parte seconda

7. L’aretino medio è talmente abituato alla diffidenza ringhiosa che si trova spaesato di fronte alla genuina cordialità dei romagnoli.
Allora va in pellegrinaggio all’Acquacheta per risentire aria di casa.

8. L’aretino medio è talmente abituato alla competizione fra lobby massoniche che, nella spiaggia libera della Bassona, difende col pugnale il 2×1 metri di sabbia che col telo si è ritagliato.
Attorno, i gabbiani lo guardano muti e impassibili.

maledictus9. L’aretino medio in vacanza in Romagna vuole sembrare anche lui il classico toscano più ironico di tutti in quanto naturalmente toscano.
Il massimo che gli esce è “ Alò burdèl, madonna cara è fatto ‘l guadagno de cazzella”. Un’ora cominciano i temporali estivi e non smettono più.

10. Il vero aretino medio va al “Florida – il mare di Arezzo” e telefona alla suocera per dirleche a gatteo si sta semprebene ma insomma, l’anno scorso meglio.

Cartoline dalla Romagna parte prima

Giannino Stoppani
Giannino Stoppani è insegnante, scrittore, sceneggiatore e critico/giornalista. Ha collaborato con il Pesaro Film Festival. Ha pubblicato con Falsopiano. Ha curato per anni la collana di cinema Bietti Heterotopia. Ha lavorato come aiuto regista e assistente di produzione in Italia e negli Stati Uniti. Come membro Fipresci continua a seguire festival e rassegna internazionali di cinema (Egitto, India, Svizzera). Vive orgogliosamente ad Arezzo.

LASCIA UNA RISPOSTA