Le diete a basso contenuto di grassi riducono i livelli di testosterone negli uomini

Secondo un nuovo studio, le diete a basso contenuto di grassi riducono i livelli di testosterone maschile, il che può aumentare il rischio di tutta una serie di problemi di salute per gli uomini.
Bassi livelli di testosterone sono associati a un rischio maggiore di malattie cardiache, diabete e morbo di Alzheimer.
In un campione di 206 uomini, i nutrizionisti dell’Università di Worcester hanno riscontrato che le diete a basso contenuto di grassi hanno ridotto i livelli di testosterone in media dal 10 al 15%.
La diminuzione del testosterone era ancora più alta per gli uomini che seguivano diete vegetariane a basso contenuto di grassi – fino al 26%, hanno scoperto gli esperti.

Le diete a basso contenuto di grassi contengono in genere prevalentemente cibi integrali, carni magre come pollo senza pelle, pesce, frutta, verdura e legumi.
Nonostante si tratti di scelte salutari, gli esperti sottolineano l’importanza di includere i grassi nella dieta degli uomini, presenti nella carne, nella frutta secca e nei latticini come il formaggio e il latte.
Gli uomini dovrebbero idealmente consumare molti grassi monoinsaturi, che si trovano nell’olio d’oliva, negli avocado e nelle noci, per aumentare i loro livelli di testosterone.

I grassi sono una componente essenziale di una dieta sana ed equilibrata, gli esperti generalmente sconsigliano di esagerare con l’assunzione di grassi saturi, che si trovano nel burro, nelle carni grasse e in dolci come torte e pasticcini.
Troppi grassi nella dieta, in particolare i grassi saturi, possono aumentare il colesterolo, sottolinea il NHS, il che aumenta anche il rischio di malattie cardiache.

Il testosterone è l’ormone sessuale maschile ed è prodotto principalmente nei testicoli, ma anche nelle ghiandole surrenali, che si trovano vicino ai reni.
I normali livelli di testosterone sono fondamentali per le prestazioni atletiche degli uomini, la salute mentale e la salute sessuale.

Le diete a basso contenuto di grassi contengono in genere prevalentemente cibi integrali, carni magre come pollo senza pelle, pesce, frutta, verdura e legumi.
Se le persone che seguono diete a basso contenuto di grassi consumano prodotti lattiero-caseari, tendono ad essere latticini a ridotto contenuto di grassi, come il latte scremato e lo yogurt magro.
Altri alimenti che contengono quantità relativamente elevate di grassi includono condimenti per insalata, alcune salse e cibi a base di pasticceria e pan di spagna.

In uno studio del 2007 , un team di ricercatori dell’Università di Cambridge ha riportato un legame tra un basso livello di testosterone e un alto rischio di malattie cardiovascolari.
All’altra estremità della scala, un alto livello di testosterone è stato anche collegato a tutta una serie di problemi elencati dalla Harvard Medical School , tra cui un basso numero di spermatozoi, un aumento del rischio di infarto e una crescita stentata negli adolescenti.
Dagli anni ’70, c’è stata una diminuzione dei livelli medi di testosterone negli uomini e i tassi di ipogonadismo (testosterone basso dal punto di vista medico) sono aumentati, sottolineano gli autori di Worcester.

I migliori grassi per il testosterone erano i grassi monoinsaturi e, in misura minore, i grassi saturi .
I grassi monoinsaturi riducono anche il rischio di malattie cardiache, quindi aumentare i grassi monoinsaturi è un modo sicuro per aumentare i livelli di testosterone.
Le migliori fonti di grassi monoinsaturi sono l’olio d’oliva, gli avocado, le nocciole e le noci di macadamia.

I grassi altamente insaturi come i grassi polinsaturi sono più inclini all’ossidazione, che causa danni alle cellule.
Dai risultati, i grassi polinsaturi sembravano essere i peggiori grassi per il testosterone,”
Questi si trovano in quantità elevate nell’olio vegetale che viene spesso utilizzato negli alimenti trasformati come torte e biscotti.
Quindi, per ottimizzare il testosterone, è meglio evitare questi grassi / alimenti.”
La carne rossa, invece, contiene grassi monoinsaturi, grassi saturi e zinco, che probabilmente aumenteranno i livelli di testosterone.
C’è del vero nello stereotipo degli uomini maschili che mangiano molta carne rossa  modo sicuro per aumentare i livelli di testosterone senza aumentare il rischio di malattie cardiache.”

Negli ultimi anni, le diete ricche di grassi hanno anche dimostrato di diminuire i trigliceridi, abbassare la pressione sanguigna e aumentare il colesterolo HDL
(noto come “colesterolo buono”).
FONTI DI GRASSI SATURI E INSATURI
Il grasso saturo è una forma naturale di grasso presente nella carne, nel burro e nel formaggio.
Si differenzia dai grassi insaturi per il modo in cui le catene di acidi grassi si uniscono.
Mangiare molti grassi saturi può aumentare i livelli di colesterolo in modo malsano e aumentare il rischio di sviluppare malattie cardiache.
Questo perché il colesterolo si accumula sulle pareti delle arterie, restringendole e aumentando la pressione sul cuore mentre limita il flusso di sangue e ossigeno.

Gli alimenti ricchi di grassi saturi includono:
Carni rosse grasse come maiale e manzo
Burro e prodotti a base di burro, compresi pasticcini e torte
Torte e biscotti
Formaggio, panna e gelato
Cioccolato

I grassi insaturi sono quelli che si trovano in:
Noci e semi
Pesce come salmone e sgombro
Oli vegetali, compreso l’olio d’oliva
Burro di arachidi
Avocado

Leggi di più:
Diete a basso contenuto di grassi e testosterone negli uomini: revisione sistematica e meta-analisi di studi di intervento – ScienceDirect
www.ahajournals ….
Testosterone – cosa fa e cosa non fa – Harvard Health

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA