Chi controlla il controllore ?

Siamo in una grande area di svago, negozi, vetrine e qualche punto di ristoro, alle porte della città.

Ovviamente, per le norme anti Covid, prima di accedere al locale per mangiare e sedersi dentro o fuori ai tavolini, occorre un controllo della temperatura e se si indossa la mascherina.

Nessun assembramento, massima sicurezza, deve essere il mantra della ristorazione.

Il controllore di questo punto ristoro delle foto, è l’unico protagonista che manca, ma doveva essere il più presente.

Un tavolino, dei moduli, un bombolo di gel, mascherine, e sulla sedia…l’uomo invisibile.

Invisibile e impalpabile, perché ci riferiscono che dopo un ora, in cui hanno mangiato diverse persone, non c’è stato alcun controllo, e forse anche dopo.

Nulla, una sorta di farsa, in cui, come ci confermano, chiunque è entrato liberamente o si è seduto, senza alcun controllo.

A questo punto ci chiediamo: ma chi controlla i controllori ?
Ai “poster” l’ardua sentenza.

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

1 COMMENTO

  1. Infatti stanno aumentanto i positivi in città. Riferite al sig. Ghinelli che faccia le solite romanzine in tv agli aretini anche dopo le elezioni,
    perchè prima era solo la sua propaganda .

LASCIA UNA RISPOSTA