Incidente in piazza Grande, dramma sfiorato per la first lady di Ghinelli

Sfiorato ieri il dramma in piazza Grande ad Arezzo.
Un incidente che poteva avere conseguenze ancora più gravi e che – come ci hanno raccontato preoccupati alcuni negozianti ed abitanti della piazza – ha come protagonista la first lady per eccellenza della nostra città, ovvero la futura moglie del sindaco uscente Alessandro Ghinelli.

Durante un importante evento istituzionale, la signora Marjorie Layden (benefattrice, presidente di importanti fondazioni in USA e collezionista di oggetti Ming) è caduta pesantemente a terra dopo essere inciampata nella canaletta di scolo in travertino che attraversa longitudinalmente la terrazza della Fraternita dei Laici.
Con lei è piombato a terra anche l’amato cagnolino, di cui non conosciamo il nome, che sarebbe potuto finire schiacciato dalla stessa Marjorie se non fosse stato prontamente carpito dall’assessore uscente Lucia Tanti, la quale non è comunque riuscita a reggere anche la bella ed elegante first lady.

Dopo le cure appropriate, oggi la signora Layden è stata vista con le stampelle, finalmente sostenuta dall’assessore al sociale e alle politiche sanitarie Tanti, sempre disponibile nei momenti di bisogno.

Ieri i piazzaioli avrebbero anche sentito il sindaco (alterato più che nel dibattito tv con Ralli) urlare: “Ma chi è l’architetto che ha fatto quest’affare?”, forse non potendosela prendere direttamente col primo rettore della Fraternita, il dottor Pierluigi Rossi.

Visto il momento estremamente importante che sta vivendo la politica aretina, vorremmo porre alcune domande urgenti al portavoce del sindaco:

–             Il sindaco sarà presente all’evento finale della campagna elettorale o rimarrà al capezzale della fidanzata?

–             Ci saranno denunce verso ignoti o prevarrà il senso di appartenenza alla piazza con tutte le sue problematiche architettoniche e di apericena?

–             L’incidente determinerà conseguenze nei rapporti sinora amichevoli degli Stati Uniti d’America con Arezzo?

–             Il dottor Rossi si è già scusato, inviando magari un mazzo di rose o una bottiglia di rosé delle tenute di Fraternita?

–             Quando tornerà la Città del Natale e i mercatini, come faremo ad essere sicuri che Babbo Natale non inciampi anch’egli nella canaletta con la slitta e le renne?

Grazie e sinceri auguri di pronta guarigione alla signora Layden.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA