Non c’è solo il Pionta

Degrado, incuria, vandalismo e spaccio purtroppo non sono solo al Pionta, ma anche nella centralissima piazzetta dietro alle Poste, anche se non subito evidente all’occhio distratto del passante.

Basta addentrasi qualche metro, a ridosso del parcheggio sotterraneo per rendersi conto dello schifo che regna sovrano, ormai da anni.

Bagni pubblici chiusi da tempi immemori che potrebbero essere utilizzati per i turisti e per gli aretini, ignorati misteriosamente dall’amministrazione comunale.

Poi graffiti e scritte con lo spray, cumuli immensi di rifiuti, arredi urbani spaccati, e purtroppo siringhe e resti di materiali che alcuni spacciatori utilizzano in quel luogo.

Ciliegina sulla torta poi l’incuria nella manutenzione del verde pubblico, dove il parchetto ormai sembra una giungla amazzonica in miniatura.

Caro Ghinelli e soci, che si vuole fare ?
Lasciare le zone centrali in mano a vandali e tossici ?
Ignorare la possibilità di riqualificare la zona ?
I cittadini attendono una risposta concreta.

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

LASCIA UNA RISPOSTA