Quello speciale

C’è qualcosa di nascosto
che non entra nella borsa
ma non prende troppo posto
se non è dato di corsa.
C’è qualcosa d’importante
che non va dimenticato
e ti serve un aiutante
solo se non l’hai mai usato.
C’è qualcosa di gentile
che riposa in ogni dove
che sia marzo oppure aprile
lo ricevi e ti commuove.
C’è qualcosa di sincero
che non costa proprio niente,
ha la forza di un guerriero
ma è gentile e diligente.
C’è qualcosa di felice
che si muove delicato,
che sia primo o in appendice
che sia svelto o appassionato.
C’è qualcosa di speciale
che sia uno o sia plurale
ma cos’è non te lo dico
te lo do da caro amico.

La filastrocca di oggi è dedicata a un volume poetico e gentile, “Quello speciale”, di Chiara Lorenzoni e Francesca Dafne Vignaga (Edizioni Lapis). Consigliato dai 3 anni in su ma utile ad una lettura in famiglia alla ricerca di “Quello speciale”… che poi sono tanti, in tanti modi ma con una sola forma.
Quale sarà quello speciale?

Gianni Micheli
Gianni Micheli Giornalista, scrittore, regista, attore, musicista e collezionista di storie. Sulla carta, sul web, in teatro e a scuola, ha una particolare predilezione per la scrittura creativa, la drammaturgia dedicata all’infanzia, la multiculturalità e per il teatro civile. Dal 2012 è uno degli autori della Staffetta di Scrittura Creativa organizzata da BiMed (Biennale della Scienze e delle Arti del Mediterraneo). Nel 2020 è uscito Testone il piccione, Vertigo Edizioni. Nel 2021 con Lezioni d’amore e di chitarra, Edizioni Helicon. Ha collaborato, tra gli altri, con Stefano Massini, Ottavia Piccolo, Amanda Sandrelli, Dario Brunori, Margherita Vicario, Moni Ovadia, Marisa Fabbri. È apparso sulla Rai e La7. Parte dello staff di Officine della Cultura è responsabile dell’ufficio stampa di alcuni importanti festival nazionali. È tra i fondatori dell’Orchestra Multietnica di Arezzo. www.giannimicheli.it - www.giannimicheli.eu

LASCIA UNA RISPOSTA