Ruba auto alla Caritas, inseguito e arrestato

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di San Giovanni Valdarno, la notte scorsa hanno tratto in arresto per resistenza e furto aggravato un pregiudicato di circa 25 anni, sorpreso, nel quartiere Giglio di Montevarchi, alla guida di un’auto che aveva appena rubato.

I militari, mentre stavano svolgendo un posto di controllo, a notte ormai inoltrata, lungo una delle arterie principali del paese, hanno notato transitare una persona, che a bordo di una Toyota Yaris stava uscendo, in retromarcia e coi fari spenti, dallo spiazzo antistante la locale chiesa di Santa Maria del Giglio, sede della Caritas.

Vedendo il veicolo con le insegne dell’ente, ad un orario così anomalo, procedere a fari spenti, i Carabinieri si sono subito insospettiti, ed hanno pertanto deciso di procedere a un controllo.

Il conducente approssimandosi alla gazzella dell’Arma, nonostante l’inequivocabile ordine di accostare, invece di seguire le indicazioni, ha arrestato la marcia, e, cercando di sottrarsi al controllo, ha provato a nascondersi dietro il  veicolo, cercando la fuga nel fossato adiacente.

I Carabinieri, senza farsi prendere alla sprovvista, si sono messi immediatamente all’inseguimento, terminato dopo pochi metri, con i militari che riescono  a bloccare il tentativo di fuga dell’uomo.

Il 25enne aveva appena rubato l’auto proprio dal parcheggio della Caritas di Montevarchi, ed è stata immediatamente restituita ai legittimi proprietari

Il 25enne  condotto in caserma per gli accertamenti di rito, di fronte all’evidente quadro indiziario, il giovane già noto alle Forze dell’Ordine per analoghi trascorsi penali è stato arrestato per furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale, per essere poi tradotto in carcere.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA