Arrestato 39enne veneto dai carabinieri di Poppi, trovato con droghe sintetiche, hashish e marijuana

 I Carabinieri della Stazione di Poppi hanno tratto in arresto un 39enne veneto, in transito per la vallata, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieril’altro sera, 18 ottobre, una pattuglia di quella Stazione impegnata in servizio di controllo del territorio, in località Avena veniva insospettita dal movimento di un vecchio camper in direzione di Poppi.

Intimato l’alt al conducente i militari ne controllavano le generalità.
In ragione del suo atteggiamento sospetto, la presenza assolutamente ingiustificata in quei luoghi e alcuni precedenti a carico dello stesso, il controllo viene approfondito con una perquisizione personale e del veicolo.

Immediatamente, da una borsa, saltano fuori più di 100 grammi tra hashish e marijuana e, cosa più preoccupante, ulteriori quantità di droghe sintetiche tra i quali l’MDMA e l’LSD, nonché funghi allucinogeni.
Inoltre l’uomo ha con sé più di 6000,00 Euro in contanti.

Durante le operazioni il 39enee cerca di fuggire e viene bloccato dai Carabinieri senza ulteriori conseguenze.

Il possesso dello stupefacente, il denaro contante, il tentativo di fuga, determinano l’arresto dell’uomo che condotto presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia di Bibbiena, viene processato con rito direttissimo dal Tribunale di Arezzo nella giornata di ieri 19 ottobre 2021.
Per lui l’Autorità Giudiziaria ha disposto la custodia cautelare in carcere e il trasferimento a Firenze Sollicciano.

In corso ulteriori accertamenti finalizzati a comprendere se vi siano state da parte dello spacciatore in transito cessioni nei confronti, soprattutto, dei giovanissimi nella vallata.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA