Arezzo, stazione di Arezzo, tutti in pista !

Già il piazzalone davanti alla stazione è davvero squallido, una colata di cemento e pietre brutto a vedersi, inutile e scomodo, un “non luogo”, come già scritto in questo articolo, tanto che, essendo inutile, qualcuno lo usa in un altro modo.

Ore 22, 30 di ieri, e un ragazzo, come si vede nel  video, usa le panchine come pista da skateboard, con trick ed evoluzioni sulla tavola.

 

Bravino è bravino, ma per certe esibizioni c’è l’apposito skate park.

Peccato che tutti questi saliscendi sulla pietra serena abbiano già danneggiato i bordi delle panchine, sbeccolandoli.

 

Un danno che paga il cittadino, come sempre, mentre lo spiazzo resta davvero triste e squallido.

Controlli ?
Non con questo caldo forse, fatto sta che ormai le panchine sono danneggiate.

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

6 COMMENTI

  1. Danneggiamenti a parte , il piazzale della stazione così rifatto
    è uin dito nell’occhio alla città , brutto, triste , inospitale , nato vecchio.

  2. Insomma che sta succedendo in giro ?
    Qualcuno gliele canti o gliele suoni !!!
    Da Salisburgo che dicono ….cantano o suonano ?

  3. Mettete subito in azione i droni avanzati dalla pandemia.ma… con il remote control dagli i USA.
    Nota per l’autore dell’articolo: lo skatepark è stato chiuso e l’efficentissima giunta lo sta mandando in malora.

  4. il problema e uno i ragazzi che paticano questo sport non hanno uno skatepark e lunico modo e questo capisco i danni e di sicuro non e cosa buona ma questi ragazzi non hanno posti per farlo e lo fanno in centro in qui ci sono le uniche strutture che ricordano quelle dello skatepark.

LASCIA UNA RISPOSTA