Arezzo, tutte le notizie di oggi: 21 Febbraio

Allarme Coronavirus,  Asl Toscana istituisce numero verde.
Amaranto a Monza, Ghirelli: “monitoriamo”.
Ordinanza delle Regione.

Anche per quanto riguarda il campionato di serie C. L’Arezzo, che milita nel campionato di Lega Pro, si trova a Monza dove domani, giocherà la partita contro la formazione lombarda.
Il presidente Francesco Ghirelli della Lega Pro, in relazione alle partite, all’Ansa,riferisce: “La situazione è monitorata costantemente.
Siamo in stretto contatto con le autorità preposte”. Per il momento non ci sono comunicazione al riguardo. La situazione comunque viene costantemente monitorata.

In Toscana attivato il numero verde 800579579 con servizio di interpretariato anche in cinese, per le persone che tornano dalla Cina o per chi ha avuto contatti con chi è tornato con il paese dove il virus si è scatenato.
Inoltre, chi rientra dalla Cina nella Asl Toscana sud est deve scrivere all’indirizzo rientrocina@uslsudest.toscana.it

Covid-19, emanata dalla Regione un’ordinanza che recepisce quella ministeriale

 

Ruba cellulare all’impiegata del CUP di via Guadagnoli rintracciato e denunciato dalla Polizia

Nel pomeriggio di ieri, D.M., un trentenne rumeno, si è recato al CUP di via Guadagnoli per informazioni e, approfittando di un attimo di disattenzione dell’impiegata, con destrezza si è impossessato del suo telefono cellulare e si è dileguato.
La donna accortasi del furto ha telefonato al 113 e la Questura ha inviato subito sul posto una Volante.
Ottenuta la descrizione del potenziale ladro i poliziotti  perlustrano le vie cittadine, riuscendo dopo poco a intercettare D.M., che in un primo momento nega  ogni addebito, poi  confessa  dicendo di aver agito in preda alla disperazione.
Così ha riconsegnato il telefono rubato che nel frattempo aveva nascosto presso la sua abitazione.

Traffico di oro, patteggia il titolare della Castoro

Il traffico di oro in nero con un uomo d’affari turco gli è costata la confisca di 6,5 milioni di euro, forse più pesanti dei quattro anni patteggiati al, titolare della «Castoro», ditta orafa di Castiglion Fibocchi, finita in pieno in un’inchiesta della Finanza e della procura di Bologna.
Confiscati sei milioni e mezzo, pare solo un quarto dei 24 milioni stimati dalle Fiamme Gialle come fatturato del traffico clandestino, mai registrato nel bilancio della «Castoro», ora in amministrazione giudiziaria.
Il titolare, ha chiuso le sue pendenze con la giustizia a Bologna, prima che proseguano ad Arezzo, per gli altri coinvolti, vista la competenza territoriale accolta dal Gup.
Il giudizio ad Arezzo, dove avvenne lo scambio materiale dell’oro (700 kg) con le valige di banconote con le quale arrivava il turco Serdar As Tamsan.

Approvato all’unanimità il Nuovo Piano Industriale di Aisa Impianti

“L’approvazione con voto unanime dei soci pubblici del Nuovo Piano Industriale di Aisa Impianti ratificato ieri è un risultato davvero significativo che costituisce il primo importante passo per dare avvio al progetto di riposizionamento dell’impianto di recupero integrale di San Zeno”.
Esso infatti pone le basi per l’avanzamento del progetto che prevede un investimento complessivo di circa 37 milioni di euro, nell’arco temporale di 10 anni, per l’implementazione di quattro linee di trattamento dei rifiuti urbani del nostro territorio: il compostaggio e la digestione anaerobica per la componente organica dei rifiuti con recupero del biogas, la fabbrica di materia per la massimizzazione del recupero delle frazioni inorganiche ed infine la termovalorizzazione per il recupero energetico della componente residua dei rifiuti.
“L’investimento”, precisano Ghinelli e Sacchetti, “sarà a completo carico della società senza gravare in nessun modo sulla tariffa dei cittadini”.
“Aspettiamo fiduciosi l’atto autorizzativo della Regione Toscana, dopo un inter complesso e lungo, con l’auspicio che si concluda a breve per dare avvio ai lavori. Il nostro territorio non po’ più attendere”.

Arezzo, “più controlli nei mercati, più sicurezza per i nostri clienti”

La richiesta della Fiva (Federazione Italiana Venditori su Area Pubblica)-Confcommercio
il presidente Rodolfo Raffaelli scrive al Comune di Arezzo per chiedere un rafforzamento delle misure di sicurezza previste e un controllo rigoroso e continuo per scongiurare o reprimere l’accattonaggio, l’abusivismo, il borseggio ed altri fenomeni illegali nei mercati rionali e in quello settimanale di viale Giotto.
“Già il commercio ambulante è afflitto dal calo dei consumi, ci manca ora che i clienti smettano di venire perché si sentono poco sicuri”. Lunedì prossimo (24 febbraio), l’incontro con il comandante della Polizia Municipale Cino Augusto Cecchini

Motorizzazione civile, in arrivo nuovo personale per porre fine ai disagi

Il Ministro Paola De Micheli ha annunciato all’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli la volontà di intervenire per risolvere il problema delle lunghe liste di attesa alla Motorizzazione civile, criticità dovuta alla carenza di personale ed alle nuove funzioni che questi uffici hanno assunto nel corso degli ultimi anni. Ceccarelli, che ieri ha incontrato De Micheli a Roma nel corso di un vertice sulle infrastrutture, aveva posto il problema al Ministro nelle settimane scorse, con una lettera inviata il 15 gennaio nella quale spiegava alla titolare del Mit la sua preoccupazione per questa “criticità di funzionamento degli uffici della Motorizzazione Civile” e per i disagi che essa creava a cittadini, imprese di trasporto, agenzie automobilistiche ed autoscuole.
Il Ministro, anche accogliendo le istanze dell’assessore, ha assicurato che su questo tema interverrà a breve, in un primo momento assumendo personale interinale di supporto a quello impiegato negli uffici, ma avviando in parallelo le pratiche per nuovi concorsi ed assunzioni.

 

Garante per i diritti dei disabili: prima riunione di confronto con le associazioni

Carlettini e Tanti: “al centro la persona con i suoi diritti e vocazioni.
Il Garante sarà un facilitatore e un controllore su tutte le scelte che verranno fatte”.
Istituito il Garante per i diritti delle persone con disabilità a tempo di record.
L’atto infatti è stato approvato in Consiglio Comunale il 21 gennaio e approvato dalla Giunta il 6 febbraio.
La nuova figura che a breve sarà istituita dal sindaco Ghinelli a seguito di un avviso pubblico aperto alla città e volto a scegliere tra le professionalità e le personalità più competenti che intendono mettersi a disposizione.
Il garante avrà il compito di ‘vigilare’ sul rispetto dei diritti delle persone con disabilità e proporre azioni utili a fare ancora di più di Arezzo una città coesa e capace di rispondere alle esigenze di tutti.
Fin dal 2015 abbiamo messo in campo azioni forti per garantire diritti e autonomia: dal ‘bonus taxi’ per la mobilità facilitata, alla consegna a domicilio dei medicinali nelle ore notturne, il cosiddetto Farmanotte, e alla messa a disposizione gratuita di un immobile del Comune per costruire la casa del ‘dopo di noi’.
Azioni condivise con le associazioni, con il terzo settore e con la Asl sapendo creare alleanze forti. Serviva però una svolta definitiva e grazie a Giovanna Carlettini è arrivata: Arezzo avrà una figura che sarà scelta in base a competenze specifiche e che rappresenta un atto di grande civiltà”.

LASCIA UNA RISPOSTA