A due anni al mercato ormai si va così

Bambini al mercato

La priorità pare essere quella di liberare genitori e/o nonni dalle faccende e dagli impegni legati alla gestione di figli o nipoti piccoli.

Questa foto oltremodo significativa è stata scattata al mercato del sabato di Arezzo, ma è probabile che la stessa situazione potrebbe essere ritratta al ristorante piuttosto che in casa.

Tra l’altro la bambina era online e stava guardando dei video su YouTube, quindi non giocando a qualche passatempo per bambini.

La vita e le relazioni con il mondo di questi piccoli si stanno sviluppando attraverso il tablet e c’è da scommettere che da grandi saranno di certo abilissimi (ma forse lo sono già?) a navigare online per le loro ricerche scolastiche, e non solo.

Forse avranno meno dimestichezza nell’approccio con quelli che chiameranno amici.

Il mondo cambia alla velocità della luce, chissà se in meglio…

 

Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

LASCIA UNA RISPOSTA