Scoperta piantagione di marijuana, oltre 20 chili di “erba” sequestrata a Ripa di Olmo

È durata solo una settimana l’indagine lampo dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri che ha permesso nella serata di ieri di individuare e sequestrare una piantagione di marijuana.

Ricevuta la segnalazione sulla probabile presenza di una coltivazione di canapa indiana in una serra agricola in località Ripa Olmo di Arezzo, gli uomini dell’Arma hanno avviato una prolungata serie di servizi di osservazione e pedinamento nella zona analizzando gli spostamenti e il comportamento di diverse persone nell’area segnalata.

Ieri sera, dopo i numerosi servizi di appostamento svolti nei giorni precedenti, ritenendo di aver individuato con ragionevole certezza il luogo scelto per porre in essere l’illecita attività, hanno fatto irruzione nella serra sorprendendo un uomo impegnato in evidenti operazioni di giardinaggio.

Peccato che non si trattasse di arbusti ornamentali o fiori, ma di quindici piante di marijuana, alcune interrate ed altre ancora in vaso, in avanzata fase vegetativa con esemplari che superano i 2,5 metri di altezza.

Oltre alle piante, all’interno di un manufatto in legno adiacente alla serra, sono state rinvenute 163 infiorescenze appese su più fili stesi nell’ambiente ed accuratamente sistemate per consentirne la corretta essicazione.

Complessivamente il peso delle piante verdi e delle infiorescenze in essiccazione ammonta ad oltre 20 chilogrammi.
Tra gli attrezzi ed utensili vari utilizzati per la coltivazione anche due ventilatori ed un trimmer professionale, un macchinario utilizzato per trinciare e sminuzzare rami, foglie e fiori, del valore di parecchie migliaia di euro.

Perquisito anche il domicilio dell’uomo dove i militari hanno sequestrato anche dieci grammi di marijuana, uno di hashish ed un bilancino di precisione.

Per l’uomo, un operaio aretino di 42 anni, è scattato l’arresto in flagranza del reato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti.
Nella giornata di oggi sarà presentato al Tribunale di Arezzo per il rito direttissimo.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA