Staderini tace con la Digos, ma al telefono…

Sergio Staderini

La Digos ha interrogato l’ex presidente di COINGAS Staderini in merito ai fatti riguardanti finti incarichi e veri pagamenti con soldi pubblici, effettuati dalla sua ex società quando lui la rappresentava (come rappresentava Ora Ghinelli).

Legittimamente ha deciso di non rispondere alle domande della DIGOS, ma a suo tempo Parlava assai al telefono con l’assessore Alberto Merelli!

Come del resto parlava con il commercialista Cocci quando gli voleva far recuperare i soldi persi in banca (quella che dirigeva ad Arezzo)! Se così non è parli, dia retta.

L’importante è che sia fatta giustizia, perché quei denari erano miei e di tutti i cittadini paganti indirettamente soci di COINGAS …

Pietro Aretino
« Qui giace l'Aretin, poeta Tosco, che d'ognun disse mal, fuorché di Cristo, scusandosi col dir: "Non lo conosco"! » (Ironica epigrafe indirizzata all'Aretino da Paolo Giovio[1]) È conosciuto principalmente per alcuni suoi scritti dal contenuto considerato quanto mai licenzioso (almeno per l'epoca), fra cui i conosciutissimi Sonetti lussuriosi. Scrisse anche i Dubbi amorosi e opere di contenuto religioso, tese a farlo apprezzare nell'ambiente cardinalizio che a lungo frequentò.

1 COMMENTO

  1. Non c’è che dire, gli aretini ci sono ricascati di nuovo. Dopo la giunta Lucherini con variantopoli ci hanno riprovato con Ghinelli e compagnia. Contenti voi contenti tutti.

LASCIA UNA RISPOSTA