Arezzo, le notizie di oggi 25 Febbraio

Consiglio comunale, approvata nuova disciplina: in piazze e strade del centro storico escluse alcune  categorie merceologiche
“A distanza di due anni circa dall’ultima modifica del Regolamento per la tutela e il decoro del patrimonio culturale del centro storico, è emersa la necessità di individuare all’interno dell’area più facilmente riconducibile all’identità storica della città, un nucleo circoscritto a ‘maggiore tutela’, specie per la sua capacità di attrattiva turistica, a difesa del contesto e della sua vocazione. Continua a leggere

“Fondazione Guido d’Arezzo: l’ora delle risposte e di una svolta”
“Abbiamo aperto uno squarcio sulla Fondazione Guido d’Arezzo. Non ci fermeremo finché non avremo ottenuto le risposte che chiediamo”.
Commentano così i gruppi di opposizione Arezzo 2020, PD, Movimento 5 Stelle, Lista Ralli, il contenuto dell’interrogazione illustrata nel corso della seduta di Consiglio Comunale su quello che è il soggetto giuridico che oramai da 3 anni è chiamato a gestire il patrimonio culturale e artistico della città, eventi compresi.[/read]
Nel febbraio 2018, tra i documenti costitutivi figurava un business plan che disegnava un futuro luminoso per la fondazione e la città, con uffici, risorse, razionalizzazione dei costi, processi decisionali snelli, ricerca di sponsorizzazioni importanti, rapporto stretto con il territorio.

Ecco invece cosa lamentava già nel 2019 il revisori dei conti: ‘la quasi totalità dei servizi e degli incarichi è passata dall’affidamento diretto… o come procedure negoziate generiche o senza bando’.

E ancora: ‘i numeri a consuntivo si sono discostati in maniera significativa da quelli preventivati’. Dunque: ricavi inferiori alle attese, costi cresciuti, debiti verso i fornitori, un bilancio complessivo, al 2019, in perdita di oltre 900.000 euro”.

Ma stessa assenza di progettazione i gruppi di opposizione lamentano nel cosiddetto core business, ovvero le attività culturali: “le scelte degli eventi più importanti sono state appannaggio solo del presidente della fondazione, il sindaco Ghinelli.
Tra queste spiccano il Raro Festival costato 700.000 euro, un terzo delle somme a disposizione per un anno, e un festival ‘pucciniano’ che del compositore versiliese aveva giusto il titolo, con un concerto sinfonico che non c’è stato ma che è stato comunque pagato 10.000 euro. Nel frattempo, c’è un incarico di consulente per la produzione musicale che costa 17.500 euro all’anno.

Insistiamo inoltre su un ulteriore aspetto: la candidatura di Arezzo a capitale della cultura: al di là di problemi legati alla mancanza di marketing, elemento vincente per Procida, e del mancato coinvolgimento dei Comuni circostanti, decisivo per la vittoria di Volterra, nella proposta di candidatura di Arezzo mancavano le attività culturali stabili e permanenti, si puntava tutto sull’attrattiva turistica, sui grandi personaggi del passato e sui beni artistici e architettonici senza avere la possibilità di giocarsi il presente.

Ma qui la risposta è semplice e la diamo noi: perché il presente non c’è, a meno di considerare attività culturale un elenco di concerti senza un filo logico o la sostituzione dell’assessorato con un soggetto che si limita a ingaggiare artisti e poi deve far tornare i conti in pareggio.
Nulla più.
Così come nulla più finita l’estate: da settembre non possiamo che registrare la pressoché totale immobilità della fondazione durante la pandemia.

Ultima perla: qualche giorno fa moltissimi teatri italiani hanno aperto e acceso le luci, ovviamente senza consentire l’accesso ad alcuno, per mandare un segnale al Governo da parte del mondo della cultura i cui operatori, come noto, stanno vivendo un periodo durissimo.
Il Teatro Petrarca, gestito dalla Fondazione Guido d’Arezzo, non ha partecipato a questa manifestazione ed è rimasto chiuso e spento”.
Ecco i quesiti: “vorremmo conoscere il numero delle domande pervenute a seguito della selezione pubblica per un dirigente del settore cultura cui affidare la direzione della Fondazione Guido d’Arezzo, quali i criteri che hanno portato a una riduzione a tre delle candidature, chi erano i componenti della commissione giudicatrice e come si è giunti alla scelta finale.
Inoltre, se la fondazione intenda a questo punto dotarsi di un’organizzazione all’altezza e se l’attuale direttore sarà messo in condizione di svolgere effettivamente il suo ruolo. Magari cercando di coinvolgere anche quegli operatori che non sono soci perché non sono in grado di pagare una quota”.[/read]

Il sindaco dagli Usa sulla vicenda relativa al segretario generale
Il sindaco Alessandro Ghinelli, collegato in streaming dagli Usa, in occasione del consiglio comunale odierno, ha ricordato la vicenda relativa al segretario generale.
“Dopo i colloqui diretti con i candidati del 26 gennaio scorso, il 28 è stato individuato per la carica di segretario generale del Comune di Arezzo l’avvocato Criscuolo.Continua a leggere


LE NOTIZIE “fuori dal mondo”

Divorzio, un tribunale cinese condanna marito risarcire la  ex moglie per i lavori domestici svolti negli anni del loro matrimonio
In Cina è stata introdotta una nuova legge sui matrimoni, in vigore dal primo gennaio di quest’anno.
La legge prevede che la persona possa chiedere un indennizzo al partner se è stata quella che si è presa cura in prevalenza dei bambini o dei genitori anziani o ha svolto la maggior parte dei lavori domestici non retribuiti.
Il risarcimento dopo il divorzio, viene deciso dal tribunale nel caso in cui i due coniugi non riescano a mettersi d’accordo.Continua a leggere

Il nuovo videogioco di sopravvivenza “Valheim” è il gioco del momento


Valheim,il nuovo videogioco di sopravvivenza, con tema vichinghi, è diventato il titolo del momento senza che nessuno lo avesse preventivato.
Valheim, disponibile solo su PC, è già stato comprato da 3 milioni di utenti ed è arrivato a essere il secondo gioco più giocato sulla piattaforma Steam, con un picco di oltre 500mila utenti simultanei.Continua a leggere

Una  bambina viene trascinata sotto il letto mentre urla “mamma”, il padre afferma che sua figlia è stata “trascinata da “qualcosa” di paranormale 

@joshdean0222##fyp##paranormal##needanswers##wtf♬ original sound – Josh Dean


Il filmato del monitor dalla camera da letto dellla bambina mostra la piccola, di nome Emma, ​​che gattona giù dal letto e sbircia sotto prima di urlare “mamma” più volte e scomparire dalla vista.

Il padre di sei figli Josh Dean, che si crede provenga dagli Stati Uniti, ha condiviso il filmato inquietante su  con la didascalia: “Mia figlia viene tirata sotto il letto … la moglie pensa che abbia gattonato  ma è stata chiaramente trascinata da qualcosa!

Spaventato da ciò che aveva visto,il signor Dean ha usato gli hashtag #paranormal, #needanswers e #wtf ed ha condiviso le immagini.
Il filmato spettrale da allora ha ricevuto più di 900.000 Mi piace su TikTok.
In un altro video, la madre di Emma, ​​Sarah ha detto: “Ok, quindi il video di mia figlia che va sotto il letto, viene tirata sotto il letto, era al 100% nella vita reale, in tempo reale e non posso spiegarlo”.
Ha aggiunto: ‘È pazzesco, se non avessi avuto telecamere non me ne sarei mai accorta.

I due spaventati si sono rivolti alla piattaforma dei social media per condividere i loro pensieri sullo strano evento.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA