Arezzo, le notizie di oggi: 30 Settembre

Ancora una rissa in pieno giorno a Campo di Marte: pugni e calci

Questo pomeriggio, verso le 16 alcune persone si sono affrontate prendendosi a pugni e calci.
Una rissa ripresa con i telefonini dai residenti, esasperati per il ripetersi di fatti del genere.
I contendenti, tra cui un giovane di colore, si sono poi allontanati.

Coronavirus: il report di oggi 30 settembre, sono 15 i nuovi positivi, 10 in città

La situazione dalle ore 14 del giorno 29 settembre alle ore 14 del giorno 30 settembre 2020 relativa alla diffusione del COVID, evidenzia nella provincia di Arezzo 15 nuovi casi.

Comune di sorveglianza Arezzo
1) Uomo di 19 anni già in isolamento domiciliare in quanto rientrato dal Marocco, asintomatico.
2) Donna di 42 anni già in isolamento domiciliare in quanto rientrata dal Marocco, asintomatica.
3) Donna di 42 anni già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, asintomatica.
4) Uomo di 49 anni già in isolamento domiciliare in quanto rientrato dal Marocco, asintomatico.Continua a leggere

Coronavirus, muore in ospedale una 75enne
Lo annuncia il sindaco di Cavriglia.
Intanto un’altra studentessa di 16 anni è risultata positiva,nulla a che fare con il caso precedente, una classe dell’Itis Galilei è in quarantena, sono tutti negativi i tamponi dell’istituto Redi vicini al ragazzo contagiato.
La signora di Cavriglia è la 53.ma vittima della provincia.

Sequestrate 64 mila mascherine: erano destinate anche all’ospedale San Donato

La Guardia di Finanza di Livorno ha sequestrato 64 mila mascherine sanitarie non conformi, importate dalla Cisa Production srl di Lucca dalla Cina in seguito alla segnalazione arrivata da un operatore dell’ospedale di Livorno lo scorso marzo in piena emergenza covid. Continua a leggere

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA