Museo Amaranto e Calcit, una serata tra magia e nostalgia (video interviste)

Splendida serata organizzata dal Museo Amaranto in collaborazione con il CALCIT per premiare i cuori amaranto.

Un’occasione per ricordare tante persone che, sia in prima fila quanto in ruoli più nascosti, hanno dato il loro contributo alla storia dell’Arezzo.
Tra i premi quello al capitano Aniello Cutolo “miglior rovesciata” ed a Serse Cosmi per i cinque campionati alla guida dell’Arezzo con due promozioni all’attivo.

E pensare, come ha ricordato in collegamento video l’allora Presidente Ciccio Graziani, che il “perugino più amato ad arezzo” rischiò pure di essere esonerato. Assieme a Serse sul palco sono saliti molti dei ragazzi allenati in quegli anni.

Da Grilli a Cerqueti, Martinetti, Balducci (autore del colpo di “tacco” della promozione in C1) sino a Pilleddu e Bazzani ed anche a Leonardo Semplici prima giocatore poi allenatore amaranto prima di approdare, meritatamente, nella massima serie.
Insomma una serata all’insegna dei colori amaranto.

Presente anche la nuova proprietà dell’Arezzo con i suoi massimi dirigenti guidati dal Presidente Giuseppe Monaco.
Un’occasione, per chi è ad Arezzo da poche settimane di toccare con mano e … cuore … la passione che avvolge questa città e la voglia, irrefrenabile, di lasciarsi alle spalle le vicissitudini di un passato ancora troppo recente.
Un plauso al Museo Amaranto ed al CALCIT che, seppure in un momento così difficile sono, riusciti ad organizzare al meglio questo evento.

Marco Rosati
Prediligo chi pone e si fa domande ed ho terrore di chi ha solo certezze. Non riesco a saziare la mia curiosità. Mi ritengo un “giovane con esperienza” ma, quando ero adolescente, consideravo coloro che oggi sarebbero miei coetanei “vecchi matusalemme”. Ho fatto studi tecnici ma sono appassionato di storia e delle materie umanistiche in genere. Insomma sono un po’ (eufemismo?) complesso.

LASCIA UNA RISPOSTA