Non rispetta a più riprese l’obbligo di dimora, arrestato. Minaccia di morte il vicino, denunciato

I Carabinieri del Comando Compagnia di Sansepolcro arrestano un magrebino 19enne, con precedenti di polizia, in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dall’autorità giudiziaria.
Il giovane, già sottoposto all’obbligo di dimora nel comune campano di San Giuseppe Vesuviano, in diverse occasioni è trovato in Valtiberina dalle pattuglia dell’Arma che, constatata la violazione della misura a cui è sottoposto, ne richiedono l’inasprimento,
L’arrestato così finisce alla Casa Circondariale Arezzo.

L’uomo già arrestato dai Carabinieri biturgensi nello scorso mese di agosto, perché sorpreso a spacciare nelle vie del centro storico; nella circostanza i militari lo trovano in possesso di circa 6 grammi di hashish.

Minaccia di morte il vicino, denunciato dai carabinieri
Rapporti a dir poco burrascosi quelli tra i vicini di un condominio del comune biturgense. Scatti d’ira culminati addirittura con gravi minacce di morte che vedono protagonisti un 47 tifernate ed un 52enne di origine laziali entrambi residenti nel comune di Sansepolcro.

I pessimi rapporti di vicinato che da tempo intercorrono tra i due sono culminati nella grave intimidazione quando, alcuni giorni fa, nel corso di un’accesa discussione nel cortile di casa tra i propri genitori e l’altro condomino, il 47 tifernate è intervenuto minacciando pesantemente il 52enne, tra l’altro, in presenza di altre persone.

I Carabinieri a conclusione degli accertamenti e dei riscontri testimoniali lo hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo per il reato di minaccia aggravata.

LASCIA UNA RISPOSTA