Arrestato in centro ad Arezzo, aveva 12 dosi di cocaina

Nella notte scorsa, durante l’ordinario servizio di controllo del territorio, personale delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Crimine e Soccorso Pubblico della Questura di Arezzo, intorno alle tre di notte, transitando nei pressi di via Spinello, all’incrocio di via Madonna del Prato, notano tre uomini intenti a confabulare tra di loro.
Gli agenti, dunque, incuriositi da tale circostanza, visto il tardo orario, decidono di procedere ad un  controllo.

I poliziotti scendono dalla volantedi servizio e avvicinandosi ai tre, riesconoo  a vedere uno dei tre uomini consegnare a un altro un involucro di cellophane di colore bianco, contenente verosimilmente sostanza stupefacente, ricevendo in cambio delle banconote arrotolate tra di loro.

I tre uomini, all’ avvicinarsi dei poliziotti, si danno ad una precipitosa fuga in diverse direzioni, pertanto gli agenti decidono  di inseguire quello che aveva in mano la sostanza stupefacente che, riescono a fermare in piazza S. Jacopo.

L’uomo, dopo aver posto  esistenza, viene messo in sicurezza dagli agenti che al controllo più approfondito, riescono a rinvenire addosso all’uomo 12 involucri di cellophane bianco, contenenti cocaina.

Il fermato identificato risulta  essere un nigeriano, irregolare sul territorio nazionale e con diversi e numerosi precedenti di polizia specifici, accompagnato presso gli uffici della Questura per gli ulteriori accertamenti di rito è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e condotto presso la Casa Circondariale di Arezzo a disposizione dell’A.G.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA