I carabinieri controllano cantiere a Lucignano parte una denuncia

Il Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo nell’ambito della campagna nazionale di rafforzamento dei controlli ai cantieri edili pubblici e privati, disposta dal Comando Generale dell’Arma nel periodo temporale febbraio/luglio 2022, sta proseguendo in tutto il territorio aretino mirati servizi delle Stazioni congiuntamente con i colleghi del Gruppo Carabinieri Forestale e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, di concerto con la Direzione Provinciale del Lavoro.

Le particolari attività hanno un duplice scopo, la prevenzione degli infortuni professionali ed il rispetto delle molteplici normative in materia di lavoro, sicurezza ed ambiente.

Ieri mattina personale dell’Arma di Lucignano, unitamente all’Ispettorato del Lavoro Arezzo ed ai Carabinieri del Gruppo Forestale, al termine del controllo presso un cantiere aperto in quel centro per la messa in opera di pannelli fotovoltaici, pratica molto frequente anche approfittando dei contributi statali e pertanto deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale, l’amministratore della ditta per il presunto reato di cui all’art. 108 d.lgs 09.04.2008, n. 81  e successive modifiche, poichè non sarebbe stata assicurata un’adeguata viabilità delle persone e dei veicoli a causa del materiale accatastato nell’area di lavoro, prescrivendo nel contempo la rimozione dello stesso, che in caso di allarme potrebbe creare del pericolo.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA