Arezzo, le notizie di oggi: 28 Settembre

Virus, il bollettino: + 7 casi nella provincia di Arezzo

La situazione dalle ore 14 del giorno 27 settembre alle ore 14 del giorno 28 settembre 2020 relativa alla diffusione del COVID, evidenzia nella Provincia di Arezzo 7 nuovi casi.

Comune di sorveglianza Arezzo
Ragazza di 15 anni già in isolamento domiciliare in quanto contatto di caso, asintomatica, ambito scolastico.Continua a leggere

Coltivatore di marijuana tradito dall’odore di ‘erba’

La Polizia di Stato ha individuato un 50enne fiorentino, ma residente nell’immediata periferia di Arezzo, che nel terrazzo di casa aveva realizzato una piccola serra dove coltivava artigianalmente delle piantine di marijuana.
Personale della Sezione di Polizia Stradale di Arezzo, allertato da residenti di un condominio a causa del forte e tipico “odore” della marijuana che si sentiva all’interno delle parti comuni è immediatamente intervenuto sul posto  effettuando una perquisizione all’interno dell’appartamento dal quale, senza ombra di dubbio, si diffondevano quegli effluvi tipici ed inconfondibili.Continua a leggere

Fino al 5 ottobre è possibile accendere gli impianti termici

Da oggi e fino al 5 ottobre compreso, è possibile accendere gli impianti termici, nel limite delle sette ore giornaliere.
Con l’invito a limitare l’accensione alle ore più fredde, ricordando l’obbligo di legge di non superare la temperatura di 18°C (+ 2°C di tolleranza) per gli edifici adibiti a attività industriali, artigianali e assimilabili, e di 20°C (+ 2°C di tolleranza) per tutti gli altri edifici.
L’ordinanza è stata firmata dopo che il Servizio Ambiente del Comune ha segnalato, per i prossimi giorni, temperature minime sotto le medie e temperature massime generalmente allineate alle medie al 15 ottobre, data di accensione degli impianti di riscaldamento.

Redazione
L’obiettivo de L’Ortica è quello di creare un luogo dove l’informazione non si confonda con i numerosi altri siti di notizie generaliste ma attraverso una satira di qualità ed una provocazione intelligente riesca a creare nel pubblico l’interesse costante a visitarla ed a partecipare anche attivamente. Ad una informazione precisa sugli avvenimenti locali si aggiunge quindi una stimolazione continua alla lettura degli articoli che diventano un passaggio quasi obbligato non solo per i soggetti, pubblici e non, che risultano protagonisti dei pezzi pubblicati ma anche per una larga fetta di pubblico che, stanca di una informazione paludata, ricerca una valida alternativa che la rappresenti in modo intelligente e dinamico.

LASCIA UNA RISPOSTA