Villa Severi, lo scempio continua

Non cessa di essere sotto osservazione dall’Ortica uno dei polmoni verdi della città, ovvero Villa Severi.

Lo scempio continua, con una manutenzione lenta, poco curata e superficiale, che aggrava non di poco la situazione.

Sopratutto vicino al laghetto, dove la plastica tagliata col decespugliatore, non viene raccolta e viene ingerita dalle tartarughe, che così rischiano di morire.

Plastica che resta sparpagliata a lungo nei vialetti, nelle zone verdi, un po’ ovunque, che viene rimossa tardi e male.

Invitiamo, come sempre facciamo, a velocizzare e a aumentare la frequenza delle pulizie, facendole in modo completo ed accurato, e non così distrattamente.

Il Burattino
Giocatore incallito di verbi e parole, iconoclasta e irrispettoso, non si piega e non si spezza, specialmente quando il gioco si fa duro, egli comincia a giocare. Abituato a prendere botte si difende a colpi di mazza, poliglotta e multietnico, è forse il primo immigrato di Arezzo dalle calde terre dell'Africa.

1 COMMENTO

  1. Continuamo a dare appalti a caso, senza regole solo guardando al prezzo minore e cmq senza controlli dalla parte appaltante.

LASCIA UNA RISPOSTA